di Andrea Soban 15 Maggio 2014
siena piazza del campo guida

Siete a Siena un po’ così, in dubbio fra la trasferta di lavoro, la tappa per ficcanasare in bar e trattorie, o l’orgoglioso fancazzismo a zonzo per strade, chiassi e vicoletti. Comunque sia non vi stancherete, Siena è piccola, ma una cosa è sicura, dovete trovare il modo di non finire spennati come tordi (oltretutto per ingerire cose che stanno alla cucina senese come le McNuggets alla cotoletta di Milano). Perché sarà anche piccola, ma non per questo Siena costa poco.

clock time VENERDI’ 08:30 – COLAZIONE

pasticceria nannini siena

Pasticceria Nannini – Siena di mattina ha l’aspetto cisposo da scolaro svogliato, sicché gli scontrosi tendono all’incazzoso. I primi a fruire di queste accresciute virtù sono i baristi. Da Nannini meno, quasi per niente. Nella pasticceria che è stata della Gianna cantante e dell’Alessandro pilota –oggi passata di mano– non manca la cordialità e lo standard resta elevato.

Le specialità sono panpepato al taglio e ricciarelli da comprare armandosi di pazienza per l’affollamento costante. Il locale ha pure un nickname, “Conca d’Oro”, forse per distinguerlo da un diverso Nannini, in strada Massettana Romana, e da un altro ancora in via Pietro Toselli.

Pasticceria Nannini via Banchi di Sopra 24 – tel. 0577 236009

clock time VENERDI’ 10:00 – PAUSA CAFFE’

caffetteria diacceto

Caffetteria Diacceto – Se a metà mattinata avete bisogno di coccole e glicemia aggiuntiva contate su questa oasi di pace, piccola e semplice, a due passi da Piazza del Campo. Fauna rispettabile, caffè buono, cappuccino che è di fatto una crema di latte, aperitivi ben preparati e mai avari di sorrisi.

Caffetteria Diaccetovia Diacceto 14

clock time VENERDI’ 13:00 – PRANZO

orto dei pecci siena

Orto dei Pecci – Lo snobistico ma innocente vezzo di vedere Siena un po’ più soli vi ha condotto in questo luogo fatato dentro le mura medioevali, a 200 metri dalla Torre del Mangia. Bizzarro sapere che siete nel parco dell’ospedale psichiatrico, dove una meritoria cooperativa ha creato un orto didattico e un ristorante-pizzeria off-limits per ogni turista (nel senso che non riesce a trovarlo). Piatti rustici e di sostanza e cielo azzurro come soffitto.

Orto dei Pecci – via Porta di Giustizia 39 – tel. 0577 222201

clock time VENERDI’ 16:00 – SHOPPING

antioca drogheria manganelli

Antica Drogheria Manganelli – Il selciato convesso annuncia una drogheria d’altri tempi dove il panforte si faceva già nel 1876. All’interno occhieggia la calda scaffalatura in legno con esposte le spezie per preparare i dolci senesi, le specialità locali e toscane come i cioccolati di Amedei o i migliori vini regionali.

A proposito, se siete a Siena per una scorta di bottiglie giuste, l’Enoteca Italia è semplice e istituzionale come vuole il nome, mentre la Cantina del Brunello s’avvantaggia con un bene importante: i consigli del vulcanico proprietario, Federico Pieri.

Antica Drogheria Manganellivia di Città 71 – tel. 0577 205000
Enoteca Italia Fortezza Medicea, piazza Libertà 1- tel. 0577 228811
Cantina del Brunellovia della Sapienza 66 – tel. 0577 48446

clock time VENERDI’ 19:00 – APERITIVO

cacio e pere siena

Cacio & Pere – Se la voglia di aperitivo non si fosse ancora esaurita, scovate via dei Termini per fare tappa da Cacio e Pere, dove non manca mai la buona musica. Ci trovate un buon buffet ( a 5 euro) e una cucina operosa pronta a soddisfare anche gli appetiti consistenti.

Cacio & Perevia dei Termini 70 – tel. 0577 226804

clock time VENERDI’ 21:00 – CENA

fiaschetteria il pulcino pici

Fiaschetteria Il Pulcino – Una piccola trattoria che serve classici locali come i pici, decantati dai senesi nella versione cacio e pepe. Completano il menu che cambia spesso, puntualmente annotato nella lavagna esterna, tagliatelle, piatti di carne, minestre e ottimi dolci. Difficile trovare un rapporto qualità prezzo migliore a due passi da Piazza del Campo.

Altre Osterie dove si va a colpo sicuro sono il Vinaio da Trombicche specializzata in trippa senese, oppure Il Grattacielo, La Chiacchera o il Boccon del Prete.

Fiaschetteria Il Pulcino – via dei Termini 91 – tel. 0577 289068
Osteria vinaio da Trombicche –  via delle Terme 66 –  tel. 0577 288089
Osteria Boccon del Prete – via di San Pietro 17 – tel. 0577 280388
Osteria Il Grattacielo – via Pontani 8 – tel.0577 289326
Osteria La Chiacchera – costa di S. Antonio 4 – tel 0577 280631

clock time VENERDI’ 23:00 – BICCHIERE DELLA STAFFA

al cambio siena

Al Cambio – Non siamo fuori dalle rotte turistiche, in questa zona mangiare costa ancora un tanto al chilo. Ma il pub dove ha mosso i primi passi la più famosa rock band senese aretina –I Negrita– è una garanzia. Nelle due sale si trova sempre qualcosa da festeggiare, e la carta delle birre non scherza.

Al Cambiovia di Pantaneto 53 – tel. 0577 43183

clock time SABATO 08:30 – COLAZIONE

torrefazione fiorella

Torrefazione Fiorella – Il consiglio è di assolvere a questa tappa cascasse il mondo. Per il semplice motivo che la famiglia Martini, non da oggi, prepara il migliore caffè della città. I nerd della bevanda scura trovano diversi cru (sì, anche il leggendario Blue Mountain giamaicano) e miscele personalizzate che spaziano dalle arabiche del sudamerica alle robuste asiatiche.

Se fa caldo, non lasciate la torrefazione senza aver provato la granita al caffè, anche con panna.

Torrefazione Fiorellavia di Città 13 – tel. 0577 271255

clock time SABATO 10:00 – PAUSA CAFFE’

pasticceria buti ricciarelli

Pasticceria Peccati di Gola – C’è gente che farebbe carte false per affondare l’incisivo in un cavalluccio del maestro pasticcere Antonio Betti, laureato manco a dirlo anche nel panforte. Se siete dei professionisti dell’apparecchiatura mattutina in pasticceria, dolce o salato qui cascate sempre bene.

Pasticceria Peccati di Gola via Piccolomini 43 – tel. 0577 283155

clock time SABATO 13:00 – PRANZO

gino cacino, siena

Gino Cacino – Ci sono una marea di trattorie e pertugi dove pranzare a Siena. Ma a costo di sembrare eccentrici, noi, sempre a caccia di panini, vi consigliamo la salumeria/gastronomia di Gino Cacino. Non date retta a chi sostiene che lo fate a vostro rischio e pericolo, dato che il locale è in vendita. Solo che Gino, dopo una vota dietro il bancone, anela la meritata pensione.

In realtà i salumi, dai prosciutti di cinta al buristo (sangue di maiale e cotenne lessate, lardelli di grasso più le spezie pregiate del panpepato), dalla finocchiona all’elisir di maiale, sono fantastici. L’abbinamento con i pecorini freschi e le stracciatelle indimenticabile.

Gino Cacinovia piazza Mercato 31 – tel. 0577 223076

clock time SABATO 16:00 – SHOPPING

peccati di gola

Pasticceria Buti – Potreste perdere ogni certezza maturata finora nell’assaporare i ricciarelli della pasticceria Buti. Non contenti, da tempo propongono un diverso cavallo di battaglia, il Caramellato, un dolce (oggi marchio registrato) accostabile alla millefoglie ripiena di crema chantilly, proposta anche in pruriginosa versione mignon e vezzosamente chiamata “caramellatino”. Mangiatene pochi, se ci riuscite.

Pasticceria Butiviale Vittorio Emanuele II 53 – tel. 0577 40464

clock time SABATO 19:00 – APERITIVO

liberamente osteria siena

Liberamente Osteria – Chi si accomoda qui ha Piazza del Campo come quinta naturale, può bastare? Si diventa facilmente abitudinari di questo aperitivo, peraltro molto curato, dai cocktail allo stuzzico, e anche persone migliori, almeno nella parte finale della giornata.

Liberamente Osteriapiazza del campo 27 – tel. 0577 274733

clock time SABATO 21:00 – CENA

osteria le logge, siena

Osteria Le Logge – Il tormentone è “se vai a Siena vai dal Brunelli”. Non possiamo che accodarci, l’osteria come la intendeva Gianni Brunelli, enologo, proprietario del locale e di una bella azienda agricola scomparso prematuramente, si avvicina molto al modello ideale.

Cucina locale elegante, vino da favola, conto onesto e ciò che, crudelmente, si definisce atmosfera. Gli standard cittadini sono superati alla grande.

Osteria Le Logge via del Porrione 53 – tel. 0577 48-013

clock time SABATO 23:00 – BICCHIERE DELLA STAFFA

birreria la diana

Birreria La Diana – Roba da nerd della birra e turisti tiratardi. Un locale nel centro storico che il birrificio agricolo di Siena tiene aperto sino alle 2, con un menu che comprende oltre alle due birre della casa una bella selezione di etichette italiane e straniere. Si mangiano gli hamburger gourmet di carne chianina serviti nei panini fatti in casa. Non proprio a buon mercato però (13 euro l’uno).

Birreria La Diana via della Stufasecca 1 – tel. 05771654358

[Crediti | Grazie ai fiancheggiatori Enrico Trisciani, Camilla Micheletti | immagini:  Fritzson @flickr, sienanews.it, facebook, comercomer.co, ilteamdelgusto.worpress.com, tripadvisor, velvet photographer, wikisiena]

commenti (10)

Accedi / Registrati e lascia un commento

  1. Avatar Luca Bartolini ha detto:

    Molto belli questi pezzi dedicate alle varie città italiane. Continua così che devo riempire la cartella dei preferiti 😉

  2. Avatar Jonathan Grass ha detto:

    Segnalo la pasticceria Bini.
    Una spanna sopra le altre.
    Il Buti manco andrebbe nominato, tanto è sopravvalutato.
    (il caramellato non è altro che un fallimento di millefoglie fatto da un incapace, niente di più)

  3. Avatar armando ha detto:

    Io sono senese ma chi ha scritto l’articolo c’è mai stato a siena? Molti locali segnalati sono pessimi.

  4. Avatar diego ha detto:

    Armando visto che sei di Siena perche invece di criticare e basta non sei propositivo?
    Sono stato di recente a Siena ed un paio di questi posti casuakmente li ho orovati:
    – Torrefazione Fiorella: un caffè (io ho scelto un arabica giamaicano) straordinario e servito come si deve
    – Gino Cacino: gradevolissimo l’ambiente e buoni i panini…

    1. Avatar dissapori ha detto:

      Salve, ma con quanta storia e complessità ha la cucina senese.. consigliare una paninoteca.. e su 450 ristoranti… le logge, uno dei più cari risotranti della città, si mangia anche bene per carità, ma di mille realtà… ( e il pulcino è un bar dove si può pranzare bene, pure di un mio amico, ma è pur sempre un bar…)

  5. Avatar SAra ha detto:

    Io aggiungerei: il vinaio di Bobbe e Davide(polpettine e baccalà da sogno) e la grotta di san Francesco per mangiare del buon pesce(consiglio ravioli al nero di seppia)!!!

  6. Avatar cinquanta_nove ha detto:

    Leggo questo articolo con qualche anno di ritardo e noto, con un po’ di amarezza, che alcuni locali recensiti sono ormai chiusi.
    Devo ammettere che per non essere senese, pur con qualche caduta di stile, hai fatto delle buone scelte. In primis Buti e Le Logge. Apprezzo molto la scelta dell’orto de’Pecci, rimango invece un po’ basita dal Pulcino.

    Purtroppo però Siena è una città che non ha mai puntato su locali di alta qualità (diciamo che, ahimé, non punta più sull’alta qualità in quasi ogni ambito). Per mangiare veramente bene bisogna andare in provincia.