Gelaterie di Salerno e provincia: le migliori del 2019

Le migliori gelaterie di Salerno e provincia secondo noi: la lista aggiornata al 2019 con indirizzi, gusti e prezzi dei gelati più buoni in brioche, coni e coppette.

Visualizza Mappa

Salerno straccia Napoli in quanto a gelati artigianali. Mettetevi l’anima in pace. Sarà l’estensione davvero sproporzionata, o ancora la varietà di microclimi e di flora presenti: fatto sta che siamo andati alla ricerca delle migliori gelaterie di Salerno e provincia ed è stato relativamente facile trovarne di ottime che non sono soltanto le migliori della zona, ma che hanno tutti i crismi per rientrare tra le migliori gelaterie artigianali d’Italia.

Con la buona pace di due, forse tre, gelaterie della provincia di Napoli, qui tira un’aria diversa. Senza per forza sacrificare i numeri, nella provincia di Salerno ritroviamo maestri gelatieri appassionati del territorio, cultori della materia fredda e forse – dico FORSE, eh – un po’ troppo nerd. Ho sentito un gelatiere salernitano urlare che il gelato è politica: forse non aveva nemmeno tanto torto.

Trovare le migliori gelaterie artigianali di Salerno e provincia mi è costato qualcosa come 500 chilometri percorsi in auto, qualche euro di autostrada (perché non credeteci mica che la Salerno-Reggio Calabria sia finita ed agevole), glicemia contenuta ma soprattutto tante, tantissime cose da raccontarvi. Il punto più prossimo toccato è Sarno, al confine con la provincia di Napoli; il punto più lontano è Sapri, a 20 chilometri dal confine con la Basilicata.

Se non è una Gourmap questa, ditemi voi cosa lo è. Certamente: non mi aspetto che siate tutti fan del chilometro zero (in bocca) facendo i chilometri cento (in auto); le obiezioni potrebbero essere mille, tra le quali: ma chi vuoi che ci vada a prendere un gelato a Torchiara, a 60km dal capolouogo più vicino?

E invece. Invece, il gelato può contribuire a sviluppare l’intera economica di un paese; in maniera molto simile a quanto fatto da Franco Pepe con la sua Pepe in Grani a Caiazzo, i maestri gelatieri della provincia salernitana hanno dato voce al loro territorio. Aziende agricole che ruotano intorno ad essi, alle forniture, le proposte alternative che affiancano il gelato, consulenze varie (consulenza is the niu “ho aperto una seconda sede”) creando moderati flussi turistici che – in alcuni casi – hanno impedito lo svuotamento di interi centri.

Il territorio sterminato ci ha permesso di fare lunghi giri, tanti chilometri ed una bella cernita. Eccezionalmente, tra le gelaterie artigianali migliori di Salerno e provincia troverete anche delle “non gelaterie”, attività che non hanno come focus principale la gelateria, maestri della gastronomia che non conosciamo come maestri gelatieri, ma che hanno raggiunti risultati ottimi nel campo con delle peculiarità interessanti, da non perdere assolutamente se siamo in zona. È il caso delle gelaterie in pasticceria e delle gelaterie in caseificio.

Poi ci sono le gelaterie in essere, quelle che hanno fatto dello studio della materia fredda una ragione di vita, che essenzialmente si concentrano su quello e basta, risultando anche un po’ “antipatici” alla folta schiera di gelatai comuni.

Eccoci dunque alla lista delle migliori gelaterie di Salerno e provincia per l’anno 2019.

Pepe Mastro Dolciere

Pepe Mastro Dolciere
Certo, uno come Alfonso Pepe non ha certo bisogno di presentazioni: gran maestro dell’ordine dei grandi lievitati, estimatore delle produzioni della sua terra d’elezione – l’Agro Sarnese Nocerino – da quando ha inaugurato la sua nuova sede si è dato a sperimentazioni ardite, che esulano dal campo stretto della pasticceria. Grande appassionato del cioccolato, declina questa sua ambizione in tavolette, cioccolatini ed ora anche in gelato. Una decina i gusti proposti, tutti in carapina. Peccato per il servizio in una coppetta totalmente anonima.

Pepe Mastro dolciere gelato

Gusti consigliati: Cioccolato Cuba, così buono e lavorato che sembra di mangiare una tavoletta di cioccolato intera. Pistacchio e fiordilatte.

Prezzi: cono o coppetta: piccolo 2,00 euro – medio 2,50 euro – grande 4,00 euro. Aggiunta panna + 0,50 euro.

Indirizzo: via Nazionale 84010, Sant’Egidio del Monte Albino (SA)

Orari: aperto tutti i giorni dalle 6 di mattina all’1 di notte

Caseificio Barlotti

Nella lunghissima strada che collega la più prossima città di Salerno alla punta più estrema della Campania, una deviazione al Caseificio Barlotti ci pare necessaria. Possessori di bufale, produttori di una delle versioni più celestiali della mozzarella che l’uomo abbia a memoria, hanno da poco implementato con una sala degustazione molto raffinata ed un angolo caffetteria, con alcune proposte di gelato.

È mio dovere avvisarvi che il gelato al latte di bufala ha un deciso sapore più grasso, fumicato, selvatico, ben diverso dal gelato ottenuto da latte tradizionale vaccino. Poco zuccherato, è per gli amanti dell’acidità – compresa la sottoscritta.

Gelato Barlotti con latte di bufala

Gusti consigliati: il latte di bufala rende benissimo con il cioccolato, smorzandone la solita dolcezza; per assaggiarlo in purezza consiglio il fiordilatte.

Prezzi: coppetta o cono 2,50 euro – prezzo al kg 15,00 euro.

Indirizzo: Via Torre di Paestum 1, Capaccio-Paestum (SA).

Orari: orario continuato, tutti i giorni dalle 08.00 alle 20.30

Cioccolato Andrea Pansa

Gelateria Pansa Amalfi

Prima di tutto: beati voi se passate le vacanze in Costiera Amalfitana, patrimonio UNESCO da ormai quasi 15 anni. Se non avete voglia di farvi avviluppare dalle tentazioni dolci e dolcissime della Pasticceria Pansa, condotta ora dai fratelli Andrea e Nicola, potete ristorarvi con un gelato. Ad appena cinquanta metri dalla pasticceria, inserita nei locali storici d’Italia, c’è la Cioccolateria e Gelateria curata da Andrea Pansa, maestro gelatiere e cioccolatiere della famiglia.

Solo dieci carapine con altrettanti gusti disponibili e qualche genere di conforto vario da pasticceria. Da mangiare gironzolando per la piazza, magari con uno sguardo allo splendido Duomo oppure curiosando nei negozi, alla ricerca della pregiata carta amalfitana (per inciso: i fratelli Pansa, con la carta d’Amalfi, incartano dei commoventi panettoni).

Gelato Pansa Amalfi

Gusti consigliati: il cioccolato, del quale Andrea è grande conoscitore ed estimatore, preparato partendo da fave provenienti da tre diverse zone: Madagascar, Belize e Venezuela. imperdibile la crema della nonna Adriana, crema pasticciera impreziosita con buccia di limoni d’Amalfi IGP provenienti dalla tenuta di famiglia, l’azienda agricola Villa Paradiso (mai nome fu più appropriato).

Prezzi: cono o coppetta – piccolo 2,00 euro; medio 3,00 euro; grande 5,00 euro. Prezzo al kg: 20,00 euro.

Indirizzo: via Lorenzo d’Amalfi 9, Amalfi (Salerno)

Orari: tutti i giorni con orario continuato 09.00-22-00

Gelateria La Torretta

Gelateria La Torretta Esterni

Cava de’ Tirreni è una bella, signorile cittadina apripista alla costiera amalfitana: l’ultimo baluardo senza mare. Forte di una tradizione medievale che si sviluppa in moltissimi eventi e luoghi d’interesse, la vita cittadina si svolge perlopiù per il corso porticato sul quale si affacciano boutique di lusso, librerie e moltissime attività ristorative.

La “Torretta al Borgo” è la gelateria di Marco Adinolfi, nerd studioso della materia fredda, che da quasi un anno si è trasferito al centro dalla sua vecchia sistemazione. E’ davvero un piacere godersi un gelato buono nella tranquillità di una città come Cava de’ Tirreni, magari dopo una giornata al mare, ritornando nell’entroterra. Gelateria piccola, con spazio solo per il banco e pochi clienti, tutti gli altri devono “accontentarsi” (mica male!) di aspettare al fresco sotto il porticato.

Gelateria La Torretta, gelato

Gusti consigliati: tra i sempreverdi c’è il tiramisù, nella sua semplicità fatto di crema mascarpone, savoiardi homemade e polvere di cacao; tra i gusti “speciali” disponibili in diversi periodi, davvero interessante è il Morbido: cioccolato fondente al 75%, monorigine del Belize (Sud America), salsa al caramello salato, stracciatella allo yuzu ed olio EVO. Complesso, ma vi assicuro: al palato è un velluto.

Prezzi: Cono o coppetta: s 2,00 euro – m 3,00 euro – l 4,00 euro – xl 4,50 euro. Aggiunta di panna +0,50 cent.

Indirizzo: corso Umberto I 34, Cava de’ Tirreni (SA).

Orari: lun-mar-mer-gio-ven 16.00/00.00; sabato 11.00/02.00; domenica: 11.00-13.30/15.30-00.00

Gelateria Di Matteo

Gelateria di Matteo

Il battesimo del gastrofanatico italiano di gelati può avvenire solo a Torchiara, 1800 anime che all’ora di pranzo si dileguano lasciando un paesello deserto. Qui Raffaele del Verme, gelatiere della Gelateria di Matteo – onnipresente nelle liste Dissapore da ormai tempo immemore – seleziona, manteca, vende gelato ad un ritmo che non ti aspetteresti mai in un borgo sperduto del Cilento interno. Il locale è un bar di famiglia vecchio stampo, sul corso principale del paese (e penso anche l’unico). Artigianalità a più non posso nella frazione di Sant’Antuono, con una bella terrazza sulla quale affacciarsi.

Per gli occhi di lince, da lontano si vede anche il mare. Da qualche anno, Raffaele – in totale e monacale solitudine – offre anche una piccola selezione di marmellate e biscotti che vanno a ruba. Da qualche tempo, il gelato firmato Di Matteo è presente anche nella cittadina marittima di Castellabate, cosa che ha fatto andare in delirio i fan ed aumentato esponenzialmente la mole di lavoro. Oltre il banco gelati, ottime le granite, soprattutto quella al limone che mi ha salvato in un torrido pomeriggio di fine giugno.

Gelato di Matteo, cioccolato

Gusti consigliati: tutti quelli che riuscite a mangiare. Ma davvero, tutti. Ho lasciato il mio cuore a mandorle e mandarino (con bucce di mandarino conservate tramite abbattitore), e alle varie lavorazioni del cioccolato. Digestivo con granita al limone e passa la paura.

Prezzi: coppetta o cono – piccolo 2,00 euro; medio 2,50 euro; grande 3,00 euro. Prezzo al kg 22,00 euro

Indirizzo: piazza Andrea Torre 13/15 – Sant’Antuono di Torchiara, (SA)

Orari: 08-00 – 00.00

Gelizioso

Gelizioso esterno

Sarno è una cittadina strana: finisterrae direbbero gli spagnoli, pezzo di terra di confine tra la provincia di Napoli e quella di Salerno, dove alla fine ricade. Terra d’elezione di prelibatezze ortofrutticole, primo tra le quali il pomodoro San Marzano DOP. Il Vesuvio d’inverno, visto da qui, sembra davvero un cono Algida col suo ciuffo di neve. O un cono di Gelizioso. Qui si svolge tutta l’avventura di Giuseppe Cascella, maestro gelatiere alto e dinoccolato. Un pensatore del gelato che, come un monaco in clausura, rispetta rigidamente gli orari suoi e della natura che lo circonda. Un lavoro benedettino che negli anni lo ha premiato, vedendo la clientela moltiplicata.

La certezza di trovare un gusto nuovo ogni settimana è quasi matematica: alla nostra visita, abbiamo provato due new entry, cioè ricotta di bufala con confettura di albicocche del Vesuvio e fiordibufala con crumble di pane e pomodoro ciliegino confit.

Gelizioso gelato

L’ambiente è ampio e qualche ninnolo in più potrebbero renderlo più caldo ed accogliente; ma tutto sommato si può approfittare delle belle giornate ed uscire dalla gelateria per visitare le sorgenti del fiume accanto, o ancora il Museo Archeologico Nazionale.

Gusti consigliati: imperdibile pane, burro e marmellata; mascarpone e mirtilli; fragoline e brachetto d’Acqui. Tutti i gusti che contemplano lo studio e l’utilizzo di latticini e formaggi, vista la passione di Cascella per erborinati e latticini del Caseificio Aurora di Paolo Amato, da cui prende anche la panna fresca.

Prezzi: coni o coppette: 1 gusto 2,00 euro – 2 gusti 2,50 – 3 gusti 3,00 euro. Aggiunta panna +0,50 cent. Prezzo al kg 20,00 euro.

Indirizzo: via Giacomo Matteotti 47, Sarno (SA)

Orari: tutti i giorni 16.30-23.30; domenica 11.15-13.15/16.30-23.30

Giallo Limone

giallo limone, ingresso

Al netto di un mini-ambiente appena sufficiente per l’asporto, molto pop e friendly, Giallo Limone sfrutta la posizione centralissima – di fronte al tribunale vecchio della città e sul corso principale – ed un gelato davvero buono. Salerno città ha man mano perso un po’ dell’antico smalto, lasciando il posto a molte gelaterie finto-artigianali. Giallo Limone alza decisamente la media e rende valida la sosta nel capoluogo.

Il merito è di Serena, gelatiera con velleità pasticciere soprattutto sul versante Sicilia, ed ovviamente del suo staff. Qui, penso sia l’unico posto della Campania dove ci sia una buona granita siciliana, ovviamente munita di brioscia col tuppo. Cercate un giorno strategico per accaparrarvi questa bontà pressoché introvabile (qualitativamente parlando) in regione.

Metodo infallibile per trovarne: all’altezza del tribunale, se sentite l’odore dolce da forno, svoltate subito nella traversa e portate a casa il ricco bottino. Dico bugia: non farete nemmeno un metro senza dare un morso. Gelato davvero singolare e particolarmente gustoso, un po’ addomesticato sulle creme, ma assolutamente godibile: consigliabile lasciarsi guidare nell’abbinamento, perché i ragazzi ci sanno fare. Tips: qui potrete acquistare anche uova biologiche dell’azienda di Serena, l’Uovo d’oro, da galline allevate in spazi aperti.

giallo limone, gelato

Gusti consigliati: buone le creme, soprattutto la Crema della Nonna. Se riuscite ad accaparrarla, la brioscia col tuppo ripiena di granita siciliana di mandorla e cioccolato è una cosa davvero unica in Campania. Oltre i gelati, da assaggiare anche torte e semifreddi da richiedere su prenotazione.

Prezzi: cono o coppetta: bimbo 1,20 euro; – piccolo 2,00 euro; medio 2,50 euro; grande 3,50 euro. Aggiunta panna +0,50 euro. Prezzo al kg: 18,00 euro.

Indirizzo: via Angelo Papio 15, Salerno

Orari: continuato, 10.00-22.00; Chiusura il lunedì.

Citrus Gelateria

Gelateria Citrus interno

Preambolo: l’architetto di Citrus ha fatto un gran lavoro nel progettare questa gelateria, perché è davvero bellissima. Il resto poi lo fa Grazia Citro, maestra gelatiera che ha nella piana del Sele il suo punto cardine. Di mattina, spesso la gelateria si trasforma in un’area coworking “improvvisata”, o ancora in una sala lettura, cosa abbastanza rara da queste parti dove mancano punti d’aggregazione di questo tipo.

Non soltanto gelateria, ma anche pasticceria: imperdibili i pancake, i cookies e da provare anche le torte, che trovate in esposizione sul banco centrale e che cambiano ogni 2-3 giorni tra crostate, Angel cake e simili. Buona anche la scelta di caffetteria.

Gelateria Citrus gelato

Gusti consigliati: zuppa inglese, con il pandispagna fatto nel laboratorio attiguo, vi farà sentire felici di aver preso un gusto “vecchio”. Cioccolato bianco e mirtilli, golosissimo, con i mirtilli freschi del periodo. Imperdibili le granite di frutta, vi invito a trovare qualcosa di più dissetante.

Prezzi: cono o coppetta taglia S 2,00 euro – M 2,50 euro – L 3,00 euro. Prezzo al kg 18,00 euro.

Indirizzo: via Paolo Baratta 2, Battipaglia (SA).

Orari: tutti i giorni 7-13.00/ 15-23.00; chiusura il lunedì.

Gelateria Crivella

gelateria crivella a sapri

Di Enzo Crivella, abbiamo già abbondantemente parlato. Chiosco gelateria fronte mare a Sapri, nello splendido golfo di Policastro, a breve implementato con una proposta esattamente di fronte di gelato gastronomico. Impossibile non fermarsi a fare una chiacchierata con lui e non sentirsi coinvolti nel suo “gelato itinerante” , fatto in luoghi diversi con i prodotti conferiti dagli agricoltori locali, per cementare il legame tra gelato e territorio.

Gelato Crivella

Gusti consigliati: i gusti alla frutta, come le fragoline di stagione; cioccolato all’acqua, gusto vegano perché privo di ogni proteina animale o derivata. Nocciola piemontese.

Prezzi: coppetta o cono – piccolo 2,00 euro; grande 3,00 euro. Prezzo al kg 20,00 euro.

Indirizzo: Corso Italia 54, Sapri (SA)

Orari: aperto tutti i giorni dalle 12.00 fino a sera inoltrata; apertura stagionale nei mesi estivi.

Avatar Nunzia Clemente Autrice recensioni Campania & more.

5 Luglio 2019

commenti (2)

Accedi / Registrati e lascia un commento

  1. Avatar renato angelillo ha detto:

    Queste certamente le più conosciute, ma ce ne sarebbero ancora a voler solo considerare il solo comune di Capaccio-Paestum

    1. Avatar Nunzia Clemente ha detto:

      Grazie della lettura, Renato 🙂 sicuramente ce ne sono anche in una realtà vasta come quella di Capaccio Paestum, concordo con lei. Infatti, specifico di aver fatto una cernita. Buon gelato!