recensione

Pasticceria Dal Mas a Venezia, recensione: la tradizione veneziana a pochi passi dalla stazione

La nostra recensione di Pasticceria Dal Mas, storica insegna di Venezia. Ecco com'è oggi e perché andarci, che arriviate in treno o siate di passaggio dal centro storico.

Pasticceria dal Mas; Venezia

“A pochi passi dalla stazione ferroviaria”: così si presenta la Pasticceria Dal Mas di Venezia. E se i dintorni della stazione nelle città turistiche – nello specifico: Lista di Spagna, direttrice che conduce a Rialto – sono spesso sinonimo di luoghi per pacchiani acquisti last minute, compiuti con l’obiettivo di portarsi via l’ultimo pezzo della città o recuperare in extremis a dimenticanze di varia natura, qui bisogna ricredersi e dare il giusto spazio, tra negozi di cianfrusaglie e magneti, pacchi di pasta tricolore e locali che odorano di precotto, ad una pasticceria che è un insegna di riferimento in città.

La storia incarna l’epopea del Veneto del dopoguerra, con molte partenze e pochi ritorni. Una famiglia, i Balestra, che negli anni ’50 emigra in Germania portando con sé l’arte della gelateria. Nel 1965 il ritorno a Venezia, con l’idea di aprire un’attività all’insegna della tradizione e della storia dolciaria cittadina. Se apparentemente poco è cambiato da allora – l’abbiamo detto per le altre pasticcerie di Venezia: la dimensione classica è ormai la “cifra stilistica (sic!) per la gran parte degli indirizzi – basta spostare lo sguardo dall’ingresso principale a quello accanto e trovare una cioccolateria moderna, con praline, macaron, tavolette e soggetti a tema. Aperta da qualche anno, non vuole essere la versione contemporanea della storica casa madre, né rinnegare il passato, quanto piuttosto raccontare la volontà di specializzarsi anche nell’ambito del cioccolato lavorato in modo artigianale.

Il locale

Dal Mas (14) Dal Mas (11) Dal Mas (14)

Tra le insegne cittadine, è sicuramente una delle più piccole. Un locale di pochi metri quadrati, in cui tuttavia c’è spazio per rappresentare bene un’offerta completa. In vetrina i dolci della tradizione veneziana (focacce, zaeti, pan dei Dogi), all’interno – tra marmi retrò e legno – un bancone ordinato con l’offerta per la colazione (che in stagione vede anche frittelle e galani) e uno per le paste. Un paio di tavolini alti per una consumazione che purtroppo non consente una sosta prolungata, e per finire, alle pareti, una rassegna dei gloriosi tempi andati, tra scatole di latta di biscotti e baicoli (la colpa, per la verità, è anche delle case produttrici, avvinghiate al passato). Grafica e font, tuttavia, guardano all’oggi e concedono una ventata di creatività.

Efficienza e ordine sono i tratti distintivi del servizio: il che non significa rudezza o maleducazione, quanto piuttosto la necessità di governare con mano ferma un flusso costante di clienti, che vede veneziani rapidi accanto a turisti in perenne dilemma esistenziale su cosa scegliere per una vera esperienza in città.

Colazione e paste

Dal Mas (3)

Dal Mas (8) Dal Mas (18)

Belle, ordinate e capaci di restituire sin da dietro il banco un senso immediato di freschezza e di artigianalità tutte le proposte da colazione: brioches con vari ripieni, fagottini di sfoglia, girelle con uvetta, croccanti, dorate e con una nota di cannella che rimanda a memorie austro-ungariche. Immancabile l’assaggio di uno dei prodotti di punta: il kranz. Provato in versione al cioccolato (e venduto a peso) è eseguito a regola d’arte con strati di sfoglia e brioches a rincorrersi e darsi man forte a vicenda. Dolcezza ben governata, mai eccessiva: merito anche del cioccolato, che non diventa solo aggiunta indulgente alla golosità ma carattere con identità decisa.

Pasticceria dal Mas

Si muovono nel pieno rispetto della classicità le paste: non solo per dimensione ma anche per struttura. Non si esce mai dalla cornice ma se l’impostazione è eseguita con maestria e artigianalità, il quadro d’antiquariato è pur sempre oggetto di ammirazione ed apprezzamento. In successione, c’è tutto: bignè, frolle, romane, greche, creme, fiamme. E ovunque ci si muova, c’è un marchio distintivo: sia nella frolla bella burrosa, sia nell’impasto della sacher, umido e saporito, sia nell’aggiunta di note liquorose alla crema pasticcera, sia nella ricotta lavorata con le gocce di cioccolato senza diventare stucchevole, sia nella sfoglia, croccante, dorata, con gli strati capaci di stare solidamente in piedi da soli, senza che la crema sia usata a mo’ di collante. Nessun errore.
La caffetteria segue la linea complessiva: il caffè è ben eseguito, anche se non spicca per note aromatiche.

Dal Mas scontrino

Opinione

pasticcerie

Con una serie di proposte classiche e all’insegna della tradizione, ma eseguite senz’alcuna sbavatura e riconoscibili al gusto, la pasticceria Dal Mas è un solido indirizzo in città. La posizione strategica vicino alla stazione ne fa un luogo perfetto non solo per il passaggio turistico, ma anche per la clientela locale, che apre la giornata con la colazione o si ferma per comporre il vassoio di paste da portare a casa.


PRO

  • La classicità eseguita a regola d'arte

CONTRO

  • L'assenza di proposte più contemporanee e un ambiente che sente il peso degli anni

VOTO DISSAPORE: 7.5 / 10
VOTO MEDIO UTENTI:
Pasticceria dal Mas; Venezia

Pasticceria Dal Mas

indirizzo Rio Terà Lista di Spagna, 150, 30121 Venezia, Venezia VE, Italia

telefono +39 041 715101

Prezzo medio: 5 - 10 €

Potrebbe interessarti anche