di Cristina Scateni 18 Settembre 2012
peck, milano, bottega

Uno schiaffo in faccia alle diete, a Dukan e alla tisanoreica. Non hanno nulla di contemporaneo, anzi conservano l’opulenza degli anni d’oro e sono belle così, le gastronomie. Le amo perché come un tempio pagano mi ammaliano, mi fanno venire idee e mi riempiono lo sguardo. Mi godo la magnificenza, l’acquolina che mi viene un minuto dopo aver varcato la soglia o direttamente guardando le vetrine.

Studio la composizione delle pietanze e mi chiedo se i maestri gastronomi hanno dovuto fare un corso per impilare in quel modo i piatti preparati.

Milano ne ha un’offerta vasta e varia: gastronomie da leccarsi i baffi, fatte apposta per togliere sfizi e molto spesso anche per svuotare il portafogli. Ecco una selezione delle più buone, particolari, storiche, fornite, amate.

(Ore 13) Aggiorniamo l’elenco seguendo le vostre segnalazioni e togliendo Buzzi e Chez Pierre che hanno chiuso i battenti, inseriamo Rosticceria Galli e Zoppi & Galeotti [ndr].

CAMPAGNOLI, Corso Vercelli 14 – Milano.
50 anni di attività, prestigioso banco dei formaggi, patè da lacrime agli occhi, insalata russa. In questa gastronomia, il fiore all’occhiello è il laboratorio dove oltre ai piatti già citati, i fratelli Campagnoli producono anche buona pasta fresca.

DELICATESSEN, Piazza S. M. Beltrade 2, Corso San Gottardo 8, Corso Buenos Aires 47 – Milano.
Una vasta scelta di prodotti tipici dell’Alto Adige tra cui farine, composte di frutta, vini, grappe, sciroppi, yogurt, salumi e formaggi particolari (il graukàse di latte vaccino, il formaggio di montagna ortler, la bresaola di cervo e una grande scelta di wurstel). Pane e dolci sono i padroni indiscussi: torte di grano saraceno e mirtilli, sacher, strudel di 3 tipi.

IL GUSTO DI VIRDIS, Via Piero della Francesca 38 – Milano.
L’ex calciatore di Cagliari e Milan Pietro Paolo Virdis insieme alla moglie, hanno portato a Milano la gastronomia sarda. Si viene qui per comprare il pane carasau, la bottarga di Cabras, il tonno di coniglio, formaggi, salumi e dolci tipici isolani. Vasta anche la scelta di liquori e vini.

MENESCALDI, via Luca Della Robbia 10 – Milano.
20 mq di gioia per il palato: una sola affettatrice rossa fiammante per i salumi, una bella selezione di formaggi e una scelta gastronomica classica e ben cucinata. Melanzane alla parmigiana, petto d’anatra all’arancia, ossobuco ai porcini, pesce il venerdì, insalate, zuppe, pollo arrosto, risotti, pasta fresca. Buoni i dolci, più di tutti la torta di mele e il creme caramel.

MGM, Via C. Lombroso 32 – Milano.
Il tempio della magnificenza, specializzati in tartufi e funghi, salmoni trattati all’antica ed ogni tipo di lavorazione del fegato d’oca, salumi, prosciutti italiani e spagnoli, formaggi, frutta e verdura di ogni angolo del globo, pane, macarons, torte, dessert e una selezione immensa di vini e champagne.

IL NUOVO PRINCIPE, Via Senato 2, Via Turati 38 e Via Moscova 7 – Milano.
Da sempre sulle tavole dei ricchi signori della “Milano bene”. Ottima selezione di formaggi nostrani e internazionali, tartufi, funghi, caviale, pasta fatta in casa e buoni piatti cucinati: salmone marinato, aragoste, insalate di mare, di piovra, filetto di storione al vapore, pollo in gelatina, lasagne e crespelle.

PECK, Via Spadari 9 – Milano.
Non sei entrato in una gastronomia se non sei mai stato da Pack. La cucina è pregiatissima, piatti semplici realizzati ad arte o elaborati, difficile scegliere e non portarsi a casa un pezzettino di tutto rischiando lo stipendio. Una selezione di frutta e verdura mai vista, i formaggi e i salumi più ricercati, tartufi, funghi, caviale, una cantina di oltre 5000 etichette, rendono Peck uno dei luoghi da visitare assolutamente a Milano, subito dopo il Duomo.

ROSSI & GRASSI, Via Solferino 12 e Via Ponte Vetero 4 – Milano.
Una selezione di salumi e formaggi infinita, specializzati nel sottovuoto di prodotti cucinati come il petto di pollo farcito agli asparagi, il petto di faraona con concassea di pomodori e basilico, la trippa alla parmigiana, gli ossibuchi e il brasato, ma anche merluzzo alla ligure, filetto di branzino con patate e zucchine, sughi di ogni genere.

ROSTICCERIA GALLI, Corso Vercelli 8 – Milano
Da oltre 50 anni, aperta 7 giorni su 7, delizia i palati dei milanesi con i polli allo spiedo, arancini, olive all’ascolana e tanti piatti tipici della cucina milanese come la polenta, il brasato, gli ossibuchi, la trippa, la casseula, la torta di mele, la pasta ai quattro formaggi. Per Natale va a ruba la tacchinella ripiena di castagne e pistacchi.

ROSTICCERIA LEONI, Corso Venezia 7/1 – Milano.
Menù lombardo e carni cotte a legna: diversi i tipi di selvaggina cotta allo spiedo o alla griglia dal cuoco Domenico Pari. Aperto anche di domenica mattina, famosissimo per la bontà assoluta del tris tris pollo, patatine e crocchette. C’è chi giura che le tacchinelle lardellate siano davvero insuperabili.

ZOPPI E GALLOTTI, Via C. Battisti 2 e via Salvini 3 – Milano
Da 20 anni i signori Zoppi e Galeotti preparano buonissimi piatti cucinati con cura, ma anche una ottima selezione di formaggi, salumi e carni. Innovativa e pratica l’idea delle buste sottovuoto slim: piatti della tradizione lombarda o ricette leggere da prepararsi a casa in 5 minuti.

Voi cosa comprate in gastronomia? Qualche piatto cucinato che non avete il coraggio di mettervi a preparare? Ci andate per sfizio, stanchezza, curiosità?
Ma soprattutto com’è nelle nostre abitudini, ci dite a Milano chi abbiamo dimenticato e, nelle altre città, quali sono le super gastronomie dove dobbiamo assolutamente andare?

[Crediti: Vivi Milano, Allan Bay | Immagine: Monica Assari]