L’Unico Restaurant di Milano, quando le guide arrivano in anticipo

Come forse saprete, qualche giorno fa L’Espresso ha presentato le guide 2011 dei vini e dei ristoranti.

Nell’attesa di trovare la prima ci siamo comprati l’altra, e sfogliando avidamente le pagine di Milano abbiamo letto con vivo interesse la recensione del risto L’Unico Restaurant, ultimo piano del Grattacielo WJC, Portello nord, Viale Achille Papa 30.

Eccola.

All’ultimo piano del grattacielo world join center, nella nuova area della Fiera Milano City, c’è il nuovo ristorante dello chef Fabio Baldassarre, chiamato a confrontarsi con la piazza di Milano dopo i successi romani (L’altro Mastai)“.

Avvinti dalla sfida dello chef Baldassarre, decidiamo di andare a L’Unico Restaurant, e in men che non si dica siamo al cospetto del Grattacielo WJC, in Viale Achille Papa 30. Ci avviciniamo alla segnaletica e leggiamo. Uhm, de L’Unico Restaurant non c’è traccia.

Guardiamo meglio. Allora, WJC Congress, WJC Square, Lino’s Coffe, Banca Popolare di Lodi, Enervit, Panino Giusto, Zangara, Greco Prezioso, Giampiero Fiorini, Banca del Verde. Okay, e L’Unico Restaurant?

E l’ultimo piano del grattacielo?
E il nuovo ristorante dello chef Fabio Baldassarre con tutto il confronto?

Niente, non c’è traccia. Al momento il grattacielo è pressochè disabitato, ci sono due o tre attività commerciali al primo piano, per il resto solo uffici. L’ascensore funziona solo con il badge quindi non possiamo salire all’ultimo piano.

Su Google Maps troviamo un numero di cellulare, chiamiamo. Risponde lo chef Fabio Baldassarre, BINGO!

Non hanno ancora aperto, se tutto va bene, lo faranno a metà dicembre. Metà dicembre? Tra due mesi praticamente!

Ma… allora… L’Espresso ha messo nella sua guida un ristorante chiuso?

Capisco l’ansia da prestazione, il timore di bruciarsi un anno intero, però non si può segnalare, seppur senza voto, un posto che aprirà tra mesi.

Ci lamentiamo del fatto che le guide sono lente a scoprire le novità, che arrivano sempre in ritardo.

Ma che ritardo, la guida de L’Espresso arriva IN ANTICIPO.

[Fonti: Unico Restaurant, Google Maps]

Massimo Bernardi Massimo Bernardi

14 Ottobre 2010

commenti (61)

Accedi / Registrati e lascia un commento

  1. Non mi sembra una topica così pazzesca.

    Nel giochino allo sputtanamento sistematico delle guide, caro Bernardi, hai sparato (sto giro) un colpo a vuoto.

    1. Avatar fantapalli ha detto:

      A me invece sembra una topica quasi marchettara: non si può dire “c’è il ristorante……” in questo momento fantasma ma era sicuramente più consono dire ” dovrebbe aprire a Dicembre 2010 il ristorante ……”.

    2. “Dovrebbe aprire a dicembre 2010” sarebbe stato perfetto. Errore o no, la figura di emme comunque non ce la vedo proprio (e quoto Scuteri qua sotto).

      Questa svista (o topica- chiamiamola come volete) mi sembra solo un pretesto di Dissapore per attaccare per l’ennesima volta Vizzari e la sua guida.

      Tra l’altro segnalare queste 4 righe sull’Unico Restaurant come una “recensione” invece che una “segnalazione” è una svista, una figura di merda o una topica?

  2. Avatar Antonio Scuteri ha detto:

    Il mio punto di vista: la scelta di segnalare in Guida un ristorante di prossima apertura è molto opinabile (per intenderci, io non lo avrei fatto).

    Immagino però quale sia il ragionamento che c’è dietro: “Quello di Unico è un progetto importante, con uno chef importante e molto probabilmente sarà un evento nel mondo gastronomico milanese. Siccome il locale aprirà poco dopo l’uscita della Guida (e probabilmente nei progetti l’apertura doveva avvenire anche prima di metà dicembre) allora lo segnalo, dandone notizia e fornendo indirizzo e numero di telefono. Ovviamente senza voto né recensione. In questo modo la guida darà un’indicazione importante ai lettori che altrimenti non ne avrebbero notizia fino all’ottobre prossimo”.

    Su questo ragionamento (se l’ho interpretato bene), ognuno può fare le valutazioni che crede. Di certo però non si tratta di una “figura di m.” (al massimo di una scelta sbagliata). E di sicuro è cosa ben diversa dal recensire come se ci si fosse stati un ristorante che nell’anno precedente ha chiuso i battenti. Anche perché in questo caso non c’è nessuna recensione.

    1. Avatar sguida ha detto:

      la prima volta che non sono d’accordo con Scuteri (e mi sento chiamato in causa, visto che ho segnalato 2 giorni fa questa anomalia in un’altro post di dissapore).
      Mi chiedo come si fa a inserire in una guida un ristorante che non ha visitato ancora nessuno? tanto vale allora dare già anche un punteggio pressunto…

    2. Avatar Antonio Scuteri ha detto:

      In realtà, se leggi bene, sei d’accordo con me anche questa volta 😀
      Io non avrei inserito il locale
      Ma ho cercato di interpretare il ragionamento che c’è stato dietro questa scelta. Che è appunto opinabile, ma di sicuro non è una svista, o una figura di m. o un errore. E’ stata una scelta, giusta o sbagliata che sia.

    3. Avatar Nico aka tenente Drogo ha detto:

      sono d’accordo con Antonio
      giustamante non ha voto, ma se un grande come Baldassarre (quanto mi manca 🙁 , nel mio personalissimo cartellino batte di un’incollatura Genovese) aprirà un ristorante a dicembre, è giusto segnalarlo
      piuttosto, per l’ennesima volta, è il caso di riflettere su quanto siano obsolete guide in forma cartacea, destinate a rimanere immutate per un anno

    4. Avatar Nico aka tenente Drogo ha detto:

      rettifico: sono d’accordo con il ragionamento (il vizzaripensiero?) che Antonio mette tra virgolette

    1. Avatar Antonio Scuteri ha detto:

      Va benissimo menarla, in fondo bisogna ammazzare i tempi morti davanti al pc 😀

      Ma a me la cosa sembra molto diversa: in quel caso è stato recensito, cambiandogli anche il voto, un ristorante appunto chiuso da 2 anni. Quindi millantando una visita che non c’è stata (Cernilli ha poi spiegato che si era trattato di un errore nel database. Libero ognuno di crederci o meno).
      In questo caso non si millanta niente: si segnala un’apertura importante, non recensendo e non attribuendo nessun voto. Ovviamente

      A te sembra la stessa cosa?

    2. Avatar Deckart ha detto:

      Non dire che non te le cerchi. Devo impugnare la penna rossa?

    3. Perchè aprirà. E perchè è una segnalazione e non una recensione che valuta qualcosa che non esiste.

    4. Avatar MAurizio ha detto:

      Allora sorge maligna la domanda:
      riportano anche altri ristoranti (non dico tutti, ma almeno qualcunaltro “significativo”) che “apriranno” a breve ???

    5. Avatar Deckart ha detto:

      Probabilmente sì, se questi gliel’hanno segnalato.

  3. Avatar Legba ha detto:

    Allora si chiede all’Espresso che ragionamento logico ha fatto scegliere di inserire in guida un ristorante che ancora non esiste. Possibile che non immaginava che Dissapore gli avrebbe fatto le pulci? Forse la risposta è che non gliene può fregare di meno, figura di m. o scelta sbagliata che sia. Una guida è fatta ANCHE (o solo?) di scelte commerciali.

  4. Avatar gianluca ha detto:

    scusate ma per quale motivo una guida 2011 non dovrebbe segnalare (non recensire – solo segnalare) un ristorante di cui è confermata l’apertura a dicembre 2010? non capisco……ci si lamenta sempre che le guide arrivano dopo, una volta che si porta avanti, la si critica ancora. mha’….

    1. Avatar MAurizio ha detto:

      Secondo me, dipende dal concetto di “guida”. Se si intende un elenco “telefonico” di indirizzi presenti e futuri ci si può mettere qualunque cosa (a partire dalla mensa della Caritas, dove si mangia bene, visto la fila che spesso c’è davanti …).
      Se la guida deve essere una serie di “prove su strada” non ci si può basare sulle brochure rilasciate dalla “casa” che indicano le potenzialità del “nuovo modello” di imminente uscita.
      Non per niente, quando queste “prove” vengono allegate come fascicolo a parte alle riviste si chiamano “redazionali” (nome kolto per indicare la vecchia marchetta ..) 🙂

    2. Avatar MAurizio ha detto:

      E’ una vecchia barzelletta sulla Caritas (del genere amara-autoironica).
      Citata giusto per ricordare che su questo sito si discute “a volte” di sesso degli angeli, ma “solitamente” su argomenti e temi molto al di fuori della portata delle tasche di un mucchio di italiani.
      Poi, ovviamente, la vita non è fatta solo di pane e minestra (della Caritas, appunto) ma anche di pasti più “sostanziosi”

  5. Di ristoranti che “apriranno”, più o meno certamente, al momento della stampa di una qualsiasi Guida ce ne sono dappertutto, in Italia. Qui, magari, ne stiamo parlando per il nome dello chef, altrimenti…

    Secondo me, sarebbe corretto che si indicassero tali posti in modo perfettamente riconoscibile, magari con una sezione apposta e un recapito dove segnalare alla redazione le nuove aperture prossime, e così anche il cliente riceverebbe il giusto servizio, oltreché evitare di farsi fare le pulci da Dissapore, ovviamente…

  6. Avatar ilLupo ha detto:

    Secondo me c’è poco da discutere se si tratta di una svista, una figura di m., un errore o una scelta…da lettore mi aspetto da una guida informazioni affidabili e quello che riporta l’Espresso sull’Unico è “semplicemente” sbagliato. “All’ultimo piano del grattacielo…c’è il nuovo ristorante”. Se vado domani non ce lo trovo e poco importa che la guida sia 2011 visto che esce a ottobre e le informazioni, come di solito viene anche scritto, sono aggiornate a una data antecedente alla stampa.

    Spero Vizzari riconosca l’errore e inserisca un errata-corrige nelle prossime stampe aggiungendo almeno che l’apertura del ristorante è prevista per dicembre, meglio ancora la sezione separata come dice Lungo.

    Intanto ringrazio Dissapore e i suoi lettori per aver reso pubblica questa info.

  7. Avatar Viola ha detto:

    scusate, ma qualcuno può riportare qui quello che è stato scritto? mi sembra che stiamo commentando cose non spiegate bene: se hanno indicato che aprirà un nuovo ristorante lo chef xxxxx mi sembra un servizio al lettore, un’anticipazione, mentre se ne hanno parlato come se già esistesse, non sarebbe corretto

    1. Avatar Antonio Scuteri ha detto:

      Il testo della scheda è esattamente quello riportato da Bernardi nel post iniziale

      “All’ultimo piano del grattacielo world join center, nella nuova area della Fiera Milano City, c’è il nuovo ristorante dello chef Fabio Baldassarre, chiamato a confrontarsi con la piazza di Milano dopo i successi romani (L’altro Mastai)“.

      Accanto alla cheda una N (novità) e nessun voto

    2. Avatar ilLupo ha detto:

      L’errore è il “c’è”…per il resto sarebbe interessante sapere se è l’unico locale senza voto (e ci mancava pure che se ne metteva uno sulla fiducia!). Fossi un altro chef “famoso” che sta avviando un’attività non la prenderei proprio bene…

    3. Avatar gianluca ha detto:

      in realtà il ristorante c’è già, solo che non è ancora aperto.
      ci sono già tutte le foto degli interni sul loro web e sul loro fb.
      (ho messo i link sopra ma il msg è in attesa di moderazione)

      secondo me bastava googlare 5 secondi, e per il viaggiatore di passaggio, una telefonata.

    4. buone le foto (o meglio il rendering)…mi fanno venire un’acquolina in bocca e senza neanche spendere 1€! Mi sta pure bene ma se l’Espresso rinomina la guida “I ristoranti d’Italia (virtuali)” 😉

    5. dai gianluca, che c’inzerta ? anche io ci sono gia’ e saro’ capo del mondo libero solo tra un paio d’anni 🙂 …
      e non mi parrebbe corretta una pagina wikipedia che mi citasse come tale …

    6. Avatar gianluca ha detto:

      ciao mauro. che ci cosa????
      forse mi sono spiegato male.
      l’espresso ha fatto un errore, scrivendo “c’è”. ok. su questo non ci piove.
      però quel che dico è che solitamente, prima di andare in un ristorante nuovo, uno quantomeno telefona.
      perchè per esempio potrebbe essere aperto solo a cena, che ne sai? e il giorno di chiusura qual’è?
      secondo me è buona usanza telefonare o cercare sul web.
      questo non discolpa del tutto la guida, tuttavia sono sicuro che da gennaio qualcuno avrebbe scoperto il nuovo ristorante e avrebbe criticato le guide perchè non sono aggiornate e non lo segnalano.
      le guide escono una volta all’anno e bisogna pur cedere a qualche compromesso.
      in questo caso specifico, il problema si verifica solo per un periodo di 2 mesi, mentre da gennaio saranno tutti contenti di trovare in guida il nuovo ristorante.
      dipende un pò come giri la frittata.
      tuttavia, ripeto 5 secondi di google o una telefonata si possono tranquillamente fare, per ovviare al problema.

      insomma quello che voglio dire è che le guide, qualsiasi cosa facciano, verranno sempre criticate dal web. anche per un’ovvia ragione di ascolti-click-vendite-pubblico-ecc….ossia di soldoni.

      non voglio difendere le guide e non voglio difendere nessuno per partito preso. semplicemente analizzo i fatti, volta per volta.
      guando le guide sbagliano, è giusto “infamarle”.
      ma in questo caso mi sembra una polemica un pò forzata, di cui si poteva tranquillamente fare a meno.

    7. Nessuna polemica ma non si può dire che il ristorante c’è già come avevi scritto. Se siamo d’accordo che c’è l’errore siamo anche d’accordo che non è un dramma e speriamo venga rettificato nelle prossime stampe della guida.

    8. Avatar gianluca ha detto:

      bhe’ si, questione di forma e di puntini sulle i.
      il mio errore, nella fretta, è stato quello di confondere i rendering con dele foto, come giustamente ha fatto notare sara porro.

      se rimaniamo nell’estrem formalità, è chiaro che “il ristorante c’è” è un errore. non si può discutere su questo.
      tuttavia in senso un pò più elastico “il ristorante c’è”, perchè le mura ci sono, il progetto pure, il web anche, facebook pure. il cuoco che risponde e conferma l’apertura anche. le foto (e non i rendering) degli esterni ci sono, degli interni con i lavori in corso pure. del progetto architettonico anche.
      il cuoco c’ha messo la faccia e il nome.
      insomma, non è che l’espresso si è inventato un ristorante fantasma, che non esiste, come qualcuno vorrebbe far credere nei suoi commenti.
      ha semplicemente anticipato i tempi.
      ripeto, la guida esce una volta l’anno. se non l’avesse segnalato, qualcuno tra 2 mesi l’avrebbe criticata perchè non aggiornata.
      compromessi, questione di compromessi, e di buon senso.
      una telefonata non mi sembra una cosa così marziana e improbabile nel 2010. il web fa il resto.

    9. Ma perchè non scrivere che avrebbe aperto a dicembre o magari introdurre una sezione separata con le prossime aperture?
      Per accendere un pò le nostre discussioni? 🙂