di Sara Mariani 19 Aprile 2013
Tipico paesaggio del Chianti

Oramai anche gli autoctoni lo chiamano Chiantishire. Non senza l’autoironia campanilista di chi si è visto comprare casali e ruderi per decenni dai crucchi – li chiamano così, ma con simpatia, dai.

Ora che le giornate s’allungano come l’ombra dei cipressi e che i ponti gestaioli s’infittiscono su calendario, vi diamo qui di seguito qualche buona ragione di ripopolare questa terra ridente e ormai inflazionata che sta fra la Greve e la Pesa, e continua nonostante tutto a nutrire i suoi ospiti con pietanze inimitabili, assolute.

La Bottega del pane, Greve in Chianti


1. Greve in Chianti: schiacciata, La Bottega del Pane


In barba all’orario, pare impossibile pensare di rinunciare a un boccone salato in terra chiantigiana.

Anche la colazione, per gli intenditori, si trasforma in un rendez vous dell’arte bianca più schietta: la schiacciata fragrante, il pane integrale e risolutamente sciapo.

Caldo, da sbocconcellare in giro per la piazza principale della capitale del Chianti, anche – meglio – senza companatico.

La Bottega del pane. Piazza Giacomo Matteotti 89, Greve in Chianti (Fi), tel. 055 853859.

Ristoro di Lamole


2. Lamole: pappa al pomodoro, Ristoro di Lamole


I sentieri si fanno boscosi procedendo da Greve verso Lamole. Si sale dolcemente in altezza, fra curve a gomito e scorci mozzafiato, fino al minuscolo paesino circondato da castagneti e cipressi.

La terrazza della piccola osteria si affaccia su tutto ciò. In lontananza il profilo mite delle Apuane. Sotto, il clivo dei vigneti al sole. Non resta che sbracarsi per un pranzo veloce quanto basta, e farsi guidare da Filippo e Paolo nella scelta dei vini (ne contano 500).

E poi riso venere con aspargi e robiola, pappa al pomodoro, taglieri. E una degustazione di oli di tutto rispetto.

Ristoro di Lamole. Via di Lamole 6, Lamole – Greve in Chianti (Fi), tel. 055 854 7050.

Antica Macelleria Falorni


3. Greve in Chianti: finocchiona, Macelleria Falorni


A questo punto i casi sono due. Se volete restare fedeli al precetto toscano del salato a ogni costo, allora il consiglio inevitabile è di tornare a Greve, per una visita odorosa alla Macelleria Falorni, da generazioni fiore all’occhiello della cittadina.

Qui ci si fa largo fra la selva di salumi appesi al soffitto e quella dei visitatori che occhieggiano al bancone, ammorbati dal delizioso odore di cantina che permea il locale.

La merenda in macelleria propone taglieri di salumi selezionati, tanto saporiti da creare dipendenza – finocchiona, salame di cinghiale, prosciutto – senza tralasciare ottimi pecorini di diverse stagionature.

Antica Macelleria Falorni. Piazza Giacomo Matteotti 71, Greve in Chianti (Fi), tel. 055 853029.

Gelateria L'Antica Delizia


3b. Castellina in Chianti: crema Buontalenti, Gelateria l’Antica Delizia


Per chi di voi, invece, già non ne può più di ciccioli e crostini due fegatini, meglio virare su una merenda più easy e nazionalpopolare.

Come il gelato dell’Antica Delizia, a Castellina. Ci si arriva percorrendo la bellissima Chiantigiana, che corre lungo un crinale da cui si dominano i monti del Chianti. Semifreddi, sorbetti di frutta secondo stagione, cialde friabili e una maliarda crema Buontalenti.

Gelateria l’Antica Delizia. Via Fiorentina 4, Castellina in Chianti (Si), tel. 0577 741337.

Enoteca Baldi, Panzano


4. Panzano in Chianti: bruschetta e Vernaccia, Enoteca Baldi


A Panzano c’è una piccola enoteca che nella bella stagione invade – in senso buono – la piazzetta del paesino con tavolini tutti diversi e seggiole da giardino.

Nulla di meglio per una sosta all’ombra dei lecci, a cavallo fra la val di Pesa e la valle grevigiana, un bicchiere di vernaccia fresca in mano e un piatto di bruschette col basilico davanti.

Enoteca Baldi. Piazza Gastone Bucciarelli 25, Panzano in Chianti (Fi), tel. 055 852843.

La locanda di Pietracupa


5. San Donato in Poggio: fritto della Locanda, Locanda di Pietracupa


La degna conclusione di un giorno di sollazzi fra ombrosi pergolati e terrazze assolate è il ristorante panoramico di San Donato in Poggio. Si chiama Locanda di Pietracupa, e lo trovate a metà strada fra Castellina in Chianti e il pittoresco borgo di San Donato.

Luca e Massimiliano vi propongono una cucina famigliare, creativa e senza svolazzi, a cominciare dagli antipasti: in questa stagione, le cipolla di Tropea al forno e i saccottini di pasta phillo con erbette amare.

A seguire tagliolini coi fiori di zucca e tartufo, per chiudere col superbo “fritto della Locanda” – piatto mascotte, la cui confidenza piacevolmente gigiona sta già tutta nel nome. Camere disponibili.

Locanda di Pietracupa, Strada Pietracupa 31, San Donato in Poggio (Fi), tel. 055 807 2400.

IN PRECEDENZA: Costiera Amalfitana.

[Crediti | Immagini: 2 Spaghi, Itineraries Now, ToscanaKiwi, PaperBlog, immagine: Flickr/Dimore d’epoca]

commenti (4)

Accedi / Registrati e lascia un commento

  1. Avatar vale ha detto:

    Lo dico subito, sono di parte, abitando ad un tiro di schioppo dal Chianti: tutti ottimi suggerimenti, semmai da integrare. A San Donato in Poggio, immancabile il Macereto, ristorante immerso in uno splendido bosco dalla cucina eccelsa oppure Palazzo Pretorio: non siamo in zona, ma qui si trova un’ottima pizza di declinazione napoletana in un contesto che più Chianti shire non si può.
    A Greve, in piazza: Nerbone per quinto quarto e salsicce e fagioli da urlo. Oltre al Falorni, sempre in piazza, la macelleria Ceccatelli, che a bontà di ciccia se la contende col Falorni. Le cantine di Greve: la degustazione a bicchiere tramite wine card rischia di spolparvi il portafoglio, ma si trovano tutte le migliori etichette del Chianti e non solo. Ancora macellerie: Chini a Gaiole in Chianti, Cecchini, e che ve lo dico a fa, a Panzano…Ancora a Panzano il ristorante Oltre il giardino, il più bel panorama del Chianti…e fra fette di pane sciocco (non sciapo!) con prosciutto, quello si bello salato e salsiccine di cinta si potrebbe passar giornate e giornate nel Chianti…oltretutto il turismo a base di crucchi e inglesi ha il merito di tenere l’ atmosfera sempre sobria, qui ancora i mega suv non sono arrivati…

  2. Avatar lapo ha detto:

    fermatevi Da Bule’ al Bargino( San Casciano in Val di Pesa)..