di mauro _zz 10 Agosto 2010

Il dramma di essere un dessert è che arrivi sempre per ultimo. Pance piene, mandiboloni stanchi, papille provate. Indi perciò … o sei proprio buono. O è davvero meglio che rimani in cucina. Perché potresti avere la pessima idea di far dimenticare … Brutta vita quella del dessert, sob. Spiegata l’irritazione da fine cena per un gelato Sammontana-like (copyright della mia icona erotica in grandissimo spolvero) e una panna montata da bomboletta. Buone le fragole e il cioccolato di lacrima.

Civico 17
via Risorgimento, 17. Osio Sotto (BG)
Tel. 035.808692
Chiuso la domenica sera e il lunedì
Sito

Il Caf dice di un gran futuro, sono assolutamente, completamente, supinamente d’accordo in parte. Antipasto ineccepibile, con un crudo di storione bello e buono — tre grani tre di sale grosso l’avrei messo — ma comunque ci siamo. Splendida per vista e gusto la composizione di scampi e cappesante arrosto che l’icona erotica (gia’ detto in grandissimo spolvero ???) e la moracciona fanno propria.

Il raviolo (o tortello, che non facciamo i fighetti) e’ un atto di coraggio visto che siamo nella casa del Brasi che del tortello e’ per me rimasto il re. I commensali lamentano un mandorlato dolce troppo presente, io invece stupisco un po’ per l’insistenza nella mancanza di sprint salino. Ma la pasta e’ tosta.

Di buona routine i formaggi per chiudere l’ultimo spazio curioso.

Ci dà il benvenuto un fragoroso temporale e l’ambiente appare ben caldo, con ottimo angolo esterno su rudere e canne al vento.

Carta dei vini forse originale, essendo in stretto regime dietetico non mi permetto aspre critiche.

Ah, dimenticavo, che fretta abbiano nello svuotare la tavola non l’ho mica capito. Un pizzico di studiata lentezza su un servizio gia’ buono, cortese ma non steccato, non guasterebbe.

Ciao Civico 17, lieto di averti dato i miei denari, invero neanche troppi.

[Fonti: Italia a Tavola, immagine: Civico 17]