di Manuela 25 Gennaio 2021
alessandro borghese

Domani sera verrà mandata in onda l’ottava e ultima puntata della nuova stagione di 4 Ristoranti con Alessandro Borghese. Per questo episodio finale torneremo tutti a Milano per cercare il Miglior ristorante di cucina regionale del capoluogo lombardo.

Come sempre l’appuntamento è alle ore 21.15 su Sky Uno (canale 108 di Sky) e su Now TV. Il meccanismo è sempre lo stesso: a turno quattro ristoratori si ospiteranno a vicenda nel proprio locale. Mentre i rivali valuteranno la location, Alessandro Borghese si recherà in cucina per l’ispezione di rito (occhio alla polvere sulle cappe e niente coltelli appesi con i magneti in bella vista).

Successivamente, dopo essersi seduti a tavola, ciascun ristoratore darà un voto da 0 a 10 a ciascuna delle seguenti categorie:

  • Location
  • Menu
  • Servizio
  • Conto
  • Special

La categoria Special è la novità di quest’anno (ha preso il posto del bonus in pratica). In ogni puntata i ristoratori si sfideranno su un piatto o un ingrediente particolare o tipico (cambieranno di puntata in puntata). In questo caso il piatto della categoria Special saranno le polpette.

Alla fine, sommando i voti, verrà stilata una classifica, ma attenzione: manca ancora il voto di Alessandro Borghese che potrà confermare o ribaltare il risultato.

Il vincitore otterrà non solo l’ambito titolo di Miglior ristorante di cucina regionale di Milano, ma anche un contributo economico di 5mila euro da investire nel proprio locale.

Questi sono i ristoranti che si sfideranno in quest’ultima puntata:

  • Tascaro, Porta Venezia: Sandra è la titolare di questa tipica osteria veneziana. Qui si mangeranno specialità tipicamente venete, vietata la cotoletta. Persino il menu è scritto in veneto. Il locale è un tipico bacaro moderno, in ferro e vetro, con carta da parati veneziana. Non mancano il remo di una gondola e la bandiera con il Leone di San Marco
  • Napoli 1820, Navigli: Rosario è il titolare di questo ristorante che offre cucina regionale campana. La cucina è di tipo partenopeo, mentre il locale ha un classico forno a legno all’ingresso, un tipico ristorante/pizzeria. Ma le pareti sono piene di rappresentazioni del Vesuvio
  • Frades Porto Cervo, Duomo: Roberto è il titolare e lo chef. La cucina è tipicamente sarda, ma non disdegna piatti che mescolano ingredienti sardi a ricette di altre regioni. Il locale è elegante, con tanto di ulivo all’ingresso e arazzi realizzati a mano
  • Ristorante Rifugio, Bullona: Markus è il titolare. Il suo è un locale stübe, tutto in legno e che ricorda una baita del Trentino-Alto Adige. La cucina è tipica della zona, quindi ritornano i canederli. Le pareti sono ricoperte di orologi antichi e campane tradizionali. E c’è anche una sala gotica