di Manuela 13 Aprile 2021
acqua san benedetto

Nuovo assetto delle aziende nel settore delle acque minerali: Gruppo San Benedetto ha acquisito Acqua Paradiso. Tramite questa acquisizione, lo stabilimento di Acqua Paradiso (che ricordiamo essere chiuso sin dal 2017) cambierà nome diventando Pocenia Srl.

Lo stabilimento in questione è formato da quattro impianti di imbottigliamento, fra cui uno asettico e ha una capacità oraria di circa 90mila bottiglie. Inoltre è in grado di produrre diversi tipi di formati sia in vetro che in PET.

Questa acquisizione è una grande opportunità per San Benedetto in quanto rafforza ulteriormente la posizione del Gruppo, aumentando anche la sua copertura a livello nazionale. L’Acqua Paradiso è una oligominerale pura e ricca di elementi. Le sorgenti si trovano nelle Prealpi Carniche e sgorgano poi nello stabilimento di Pcenia, in provincia di Udine. È un’acqua ricca di calcio e magnesio.

Enrico Zoppas, presidente e AD del Gruppo San Benedetto, ha ricordato che questa acquisizione fa parte del Progetto Network, strategia iniziata nel 2015 e che ha lo scopo di diversificare la loro attività su più fonti in tutta Italia. Inoltre tale progetto è parte fondamentale del disegno di sostenibilità ambientale dell’azienda, la quale mira a utilizzare in maniera razionale le risorse sfruttando la distribuzione più vicina ai consumatori e ai territori.

Tramite questa acqusizione, sono ora sei le fonti a cui l’azienda potrà attingere:

  • Paradiso di Pocenia
  • Scorzè di Venezia
  • Donato di Biella
  • Popoli di Pescara
  • Viggianelo e Cutolo in provincia di Potenza

A proposito di acque minerali: qui trovate le migliori marche secondo la classifica di Altroconsumo. Concordate?