Agricoltura e pesca gli unici settori in calo nel terzo trimestre del 2021

Secondo i conti economici trimestrali dell'Istat agricoltura e pesca sono gli unici settori in calo nel terzo trimestre del 2021.

agricoltura industriale

Secondo i dati elaborati dall’Istat in riferimento all’andamento del PIL nel terzo trimestre del 2021 i settori dell’agricoltura e della pesca sono gli unici a registrare un calo nel valore aggiunto, verosimilmente dovuto all’imperversare del maltempo, che ha causato danni stimati di oltre 2 miliardi di euro.

agricoltura

Ovviamente alle condizioni metereologiche avverse (e anomale) vanno ad aggiungersi i rincari nei carburanti e fertilizzanti, negli imballaggi, mangimi, trasporti ed energia, che chiaramente hanno fatto impennare i costi di produzione riversandosi in maniera capillare su ogni aspetto della filiera produttiva. Il maggiore colpevole, tuttavia, rimane comunque l’andamento climatico: basti pensare che in Italia a causa di questo genere di problemi si è dovuto dire addio a un frutto su quattro, facendo crollare la produzione complessiva di oltre il 27%.

Coldiretti, sul come reagire a questa crisi, non ha alcun dubbio: “”Serve responsabilità della intera filiera alimentare con accordi tra agricoltura, industria e distribuzione per garantire una più equa ripartizione del valore per salvare aziende agricole e stalle e continuare a garantire le forniture alimentari alla popolazione con l’avanzare dei contagi che mette a rischio gli scambi commerciali”.