Alce Nero è stato acquisito da Cesenate Conserve

Fermento nel settore dei prodotti biologici: Alce Nero verrà acquisito da Cesenate Conserve Alimentari, ora socio di maggioranza. Ecco i primi dettagli sull'accordo.

Cambio nel settore dei prodotti biologici: Alce Nero è stato acquisito da Cesenate Conserve, creando così un polo integrato del valore di 120 milioni di fatturato. La Cesenate Conserve Alimentari ha deciso di acquisire il pieno controllo di Alce Nero, marchio italiano leader fra i prodotti bio. Il che non desta stupore, visto che Cesenate Conserve Alimentari era già socio di riferimento. Ma adesso diventerà socio maggioritario, rilevando le quote di capitale cedute da Conapi (Consorzio Nazionale Apicoltori): in questo modo la sua quota di partecipazione salirà dal 39 al 51%.

Questa acquisizione arriva alla fine di un’operazione di compravendita guidata da Scouting Capital Advisors, organizzatrice di un Club Deal di investimento che ha permesso a Cesenate di ottenere quel 12% di capitale sociale di Alce Nero ceduto da Conapi che gli mancava per diventare socio di maggioranza. E questo rispettando i diritti di prelazione contenuti nello statuto.

Alce Nero è il primo brand in Italia nel settore della produzione e commercializzazione di prodotti alimentari biologici, fra l’altro facenti anche parte del mercato del commercio equo e solidale. I ricavi attestati nel 2018 sono stati di 75,6 milioni con un utile netto di 1,1 milioni.

La Cesenate Conserve Alimentari, invece, è nota nel settore delle conserve alimentari, soprattutto per quanto riguarda i prodotti biologi e gli alimenti per bambini. E’ dal 2004 che è a contatto con Alce Nero: prima entrando nel capitale, poi diventandone socio effettivo.

Avatar Manuela

5 Settembre 2019

commenti (0)

Accedi / Registrati e lascia un commento