di Manuela 22 Aprile 2020
alessandro borghese

Ci siamo: giovedì 23 aprile alle ore 21.15 su Sky Uno (e su Now TV) ricomincia la nuova stagione di 4 Ristoranti di Alessandro Borghese. La prima puntata è stata registrata a Venezia, ma attenzione: alle 20.45 verrà riproposta la puntata vista in anteprima la scorsa settimana dal titolo Alessandro Borghese 4 Ristoranti – Speciale The Jackal.

Questa nuova stagione si comporrà di 10 episodi. La prima puntata avrà come scenario Venezia (è stata registrata prima dell’alluvione che ha colpito il capoluogo veneto lo scorso anno). I 4 Ristoranti in gara saranno:

  • Trattoria Povoledo di Simone a Cannaregio, terrazza sul Canal Grande: Simone, 67 anni, è il titolare, gestisce la sala e funge anche da pizzaiolo. E’ un locale assai frequentato dai turisti per via della sua posizione. Ha due sale grandi arredate in stile classico e una grande terrazza con affaccio diretto sul Canal grande. Il menu è ampio
  • Zanze XVI di Nicola a Santa Croce, Rio de la Cazziola e de ca’ Rizzi: Nicola, 30 anni, ha creato questo ristorantino solo due anni fa, partendo da quella che era la Trattoria della Zanze in Santa Croce. Forbes lo ha premiato come uno di 5 professionisti sotto i 30 anni più influenti in Italia per quanto riguarda il settore del Marketing e Advertising. Zanze XVI è un ristorante piccolo: l’interno è contemporaneo, ma l’esterno ha mantenuto intatto l’aspetto della vecchia trattoria
  • Ogio Ristorante e Caffè Contemporaneo di Orietta a Fondamenta Cannaregio: la titolare è Orietta, 48 anni. Anche questo è un ristorante piccolo, con cucina a vista che si affaccia anche all’esterno, bancone e sala informale che contrasta con le pareti a pietra e gli arredamenti in legno
  • Riviera Ristorante per Onnivori di Gipi a Fondamenta zattere al ponte Longo, Canale della Giudecca: il titolare è Gipi, 68 anni. Si tratta di un ristorante grande con due sale e un’ampio spazio esterno. Gipi adotta uno stile minimalista in sala

Come dicevamo, la puntata è stata registrata prima dell’alluvione di Venezia. A seguito di quella catastrofe, alcuni dei ristoranti sono stati costretti a chiudere. Per questo motivo Alessandro Borghese aveva, in un secondo momento, organizzato insieme al Sindaco e aConfindustria una cena di beneficenza dove erano stati raccolti dei fondi per aiutare il comune e i ristoratori veneziani.

La puntata veneziana si svolgerà come al solito: quattro ristoratori della medesima zona si sfidano per stabilire chi sia il migliore in una specifica categoria. Ciascun ristoratore invita gli altri tre e lo chef Borghese a cena. Il loro compito sarà quello di commentare e votare con un punteggio da 0 a 10:

  • Location
  • Menu
  • Servizio
  • Conto

Prima della cena, però, mentre i tre ristoratori rivali esaminano la sala, ecco che Alessandro Borghese si reca in cucina per ispezionare i locali e le attrezzature. Il vincitore avrà diritto al titolo di Miglior Ristorante e al contributo economico da 5mila euro da investire nell’attività. Ma non sono solo i voti dei ristoratori a decretare il vincitore: chef Borghese con il suo voto può confermare o ribaltare il risultato. Inoltre ha anche a disposizione un bonus da 5 punti.