di Manuela 10 Marzo 2020
mascherina

Amuchina e mascherina vietate, qui si muore da eroi con il calice: questo cartello campeggia in un locale di Siena e ha fatto indignare gli abitanti della città. Un ristorante del centro storico di Siena ha deciso di appendere questo cartello che ironizza su gel disinfettante e mascherine. Si tratta in realtà di una battuta vecchia, nel corso del tempo l’abbiamo vista declinata in più varianti. Ma se qualche settimana fa poteva far sorridere, ora che tutta l’Italia è diventata zona rossa, un messaggio del genere ha suscitato indignazione.

Questa è la foto pubblicata da Siena News:

cartello

L’ironia dei toscani è ben nota, tuttavia forse in questo caso, in un momento in cui molti ristoranti sono costretti a chiudere, non era il momento opportuno. Considerando il danno economico di molti ristoratori e l’emergenza sanitaria in corso con gli ospedali e le terapie intensive al collasso, questa ironia è parsa fuori luogo. Le mascherine devono essere usate dagli operatori sanitari e da chi ne ha effettiva necessità, questo è indiscutibile, così come è legittimo cercare di tirare su di morale le persone, ma forse andrebbe fatto in un altro modo.

Qualcuno chiede anche che il ristorante venga sanzionato: incitare a non rispettare le norme ministeriali non è un comportamento da tenere soprattutto in questo momento dove molti italiani faticano a capire i concetti di non assembrarsi e stare a un metro di distanza gli uni dagli altri (vedi supermercati assaltati a Roma e Napoli o la movida romana che persiste nei suoi comportamenti incoscienti).

[Crediti Foto | Siena News]