Angelina Jolie: Chateau Miraval e la fine del matrimonio con Brad Pitt in una mail su TikTok

Angelina Jolie in un'email spiega perché abbia venduto la sua quota dell'azienda vinicola Chateau Miraval. E anche perché sia finito il matrimonio con Brad Pitt.

Angelina Jolie e Brad Pitt

Angelina Jolie ha deciso di scrivere un’email (pubblicata su TikTok) nella quale spiega non solo perché abbia venduto la sua quota dell’azienda vinicola Chateau Miraval, ma anche perché è finito il suo matrimonio con Brad Pitt. E sì, in tutto ciò l’alcol c’entra in più modi.

La mail risale al gennaio 2021 ed è da poco stata resa pubblica sull’account TikTok @magshrts1. La mail è autentica: Entertainment Tonight ha confermato che si tratta di un documento che è stato depositato in tribunale.

Angelina Jolie esordisce sostenendo di aver scritto un’email per non emozionarsi troppo e rimanere così il più distaccata possibile. L’attrice ricorda che Chateau Miraval è il posto dove hanno accolto i gemelli e dove si sono sposati, proprio sopra una targa in memoria della madre. È un luogo che anche adesso conserva la promessa di ciò che poteva essere e dove pensava che sarebbe invecchiata. Per questo motivo, ancora oggi, parlare di quel posto la fa piangere.

Tuttavia Chateau Miraval è anche il posto dove la loro famiglia è finita. Il che è stato quasi una beffa: Chateau Miraval è un’azienda incentrata sull’alcol ed è stata proprio la dipendenza di Brad Pitt dall’alcol a scatenare la fine del matrimonio.

Chateau Miraval

In realtà la decisione di condividere l’azienda vinicola col marito era stato l’ultimo tentativo di cercare di salvare il loro matrimonio. La speranza era che quell’azienda francese produttrice di vini avrebbe potuto aiutarli a tenerli uniti e a ritrovare la pace.

Ma nell’email Angelina Jolie accusa Brad Pitt di averla sempre voluto tenerla fuori da questo affare, prendendo decisioni importanti senza consultarla e amministrando i soldi senza renderla partecipe.

Per tutti questi motivi, l’attrice sottolinea che non sarebbe mai più riuscita a far parte di un business collegato all’alcol visto che era stato proprio l’alcol a rovinare il marito e il resto della sua famiglia. Queste le sue parole: “Non mi sento di essere coinvolta, pubblicamente o privatamente, in un’attività basata sull’alcol, quando comportamenti dovuti a questa sostanza hanno ferito così profondamente la nostra famiglia”.

Angelina si riferisce a quanto accaduto nel 2016, quando Brad Pitt, su un aereo privato, avrebbe picchiato i figli e rovesciato della birra addosso alla moglie a causa del fatto che era in preda ai fumi dell’alcol.

L’attrice conclude poi amaramento di aver capito che i sogni in merito all’azienda vinicola sono e sono sempre stati solamente del marito e che lui l’aveva messo dolorosamente in chiaro. Per questo motivo augura all’ex compagno il meglio negli affari e spera che, una volta cresciuti, i ragazzi vorranno andare a fargli visita a Miraval. Ma per lei Miraval è morto in quel settembre 2016.

Nell’email Angelina offriva una scelta all’ex marito: vendere direttamente Chateau Miraval supportando Brad Pitt nella scelta del miglior acquirente o che lui (insieme alla famiglia Perrin o agli associati) acquisisse le quote di lei. La storia, poi, è andata in maniera leggermente diversa: la Jolie aveva deciso di vendere le sue quote all’oligarca russo Yuri Shefler, motivo per cui nel febbraio 2022 Brad Pitt le aveva fatto causa.

Dal canto suo Brad Pitt ha sempre accusato l’ex moglie di non essersi interessata al progetto dell’azienda e di aver violato una clausola presente nel patto di divorzio che impegnava entrambi a non vendere le loro quote dell’azienda senza prima aver ottenuto il consenso dell’altro.

[Crediti Foto | Flickr – Nils Sautter]