di Manuela 4 Settembre 2019
barbecue

Accade in Australia: una donna vegana denuncia i vicini per l’odore di barbecue. Ci troviamo a Perth e Cilla Carden, vegana doc e massaggiatrice, ha fatto causa ai vicini di casa perché l’odore di carne che proveniva dal loro giardino “le stava rovinando la vita”. La donna ha portato la vicenda in tribunale e indovinate a chi hanno dato ragione i giudici?

Cilla Carden ha denunciato i vicini a causa della “puzza insopportabile” di carne che proveniva dal giardino dei vicini quando questi facevano il barbecue. La donna si lamentava di non potersi godere il cortile, non poter uscire e neanche di riuscire a dormire.

Armata di un dossier di 400 pagine di prove, la Carden ha segnalato tutti i comportamenti da lei considerati assurdi dei vicini di casa:

  • facevano il barbecue e l’odore della carne disturbava le sue narici
  • fumavano in giardino
  • i bambini erano troppo rumorosi quando giocavano

Nonostante il ricco dossier di prove, il Tribunale amministrativo statale dell’Australia occidentale non ha avuto dubbi: la donna ha torto. Anzi: secondo il Tribunale i vicini non hanno commesso nessuna violazione, stanno solamente vivendo il loro cortile come è nel loro diritto fare. La donna, però, non si arrende e ha deciso di provare altre strade per avere giustizia.

Un consiglio: se non vuole sentire gli odori della cucina dei vicini e se il rumore di bambini che giocano per lei è intollerabile, forse sarebbe bene trasferirsi a vivere in un posto più isolato, lontano da altri esseri viventi. In fin dei conti l’Australia è piena zeppa di posti del genere. Anzi, deve ritenersi fortunata: qui da noi in Italia è prassi comune sentire ogni singolo odore della cucina dei vicini, ogni giorno, a pranzo e cena.