di Cinzia Alfè 29 Maggio 2017
avolatte

Non si sa di preciso grazie a quale strana  combinazione astrale, ma tra  tutti i cibi alla moda,  questo è il momento dell’avocado.

Fino a ieri semplice frutto tropicale dal sapore delicato, oggi l’avocado è celebrato ovunque, con tanto di locali dedicati, all’estero e in Italia, una serie infinita di ricette e addirittura tutorial per pelare il morbido frutto senza finire al Pronto Soccorso con un coltello infilzato nella mano.

E oggi, l’ultima perla: cari lettori di Dissapore, ecco a voi l’Avolatte, di cui parla nientemeno che il settimanale americano Newsweek.

Avete letto bene, avolatte, brillante combinazione delle parole avocado più latte, nonché  bevanda lanciata a Melbourne, in Australia, ora di gran moda.

Tutto nasce da un video su Instagram, in cui il Truman Cafè, un bar della città, impiega una buccia di avocado svuotata per accogliere del caffelatte, coniando l’originalissimo nome di  Avolatte.

Combing two of Melbourne’s obsessions – lattes and avo ?

Un post condiviso da Truman Cafe (@trumancafealbertpark) in data:

Il video era  solamente uno scherzo a uso e consumo dei follower, ma la cosa singolare è che dal giorno seguente la sua pubblicazione, qualcuno ha iniziato veramente a richiedere l’Avolatte nei bar di Melborune.

In pratica del caffellatte servito in una scorza di avocado destinata alla spazzatura, sembra ridicolo. Ma intanto i clienti continuavano a chiedere l’Avolatte. E a  quel punto il barista lo ha messo in vendita,  allo stesso prezzo di un caffè.

Ma dopo aver fiutato il trend, in omaggio al concetto che il cibo deve anche essere divertente, lo stesso barista ha provveduto ad aumentarne prontamente il prezzo. Del resto, nelle principali città australiane continua a spopolare il toast di avocado, spesso venduto a 19 dollari.

Il “demografo sociale” Bernard Salt ha detto la sua su Millennial e avocado sulla rivista The Australian:

“Ho visto giovani ordinare purè di avocado con feta sbriciolata su pane tostato ai cinque cereali a 22 dollari o più. Io posso permettermi di consumare questo pranzo perché sono di mezza età e ho tirato su una famiglia, ma come possono permettersi dei giovani di mangiare così? Non dovrebbero risparmiare mangiando a casa? Quante volte mangiano fuori? Ventidue dollari varie volte la settimana potrebbero invece andare a finire in un conto-deposito per l’acquisto di una casa”.

E invece, mangiano toast di avocado. E ora,  anche l’Avolatte.

[Crediti | Link: Newsweek]