di Manuela 4 Giugno 2020
movida

Ancora nuove ordinanze a Milano per i bar e locali: Beppe Sala ha deciso di ritirare il divieto di asporto di bevande alcoliche dopo le 19 a Milano. La situazione comincia a ricordare un po’ il film Karate Kid: “Metti il divieto, togli il divieto, metti il divieto, togli il divieto…”. Secondo il sindaco, la revoca è tutto merito della buona condotta dei cittadini.

Facciamo un salto indietro: il 25 maggio Beppe Sala si era visto costretto a emanare un divieto che vietasse l’asporto di bevande da bar e locali dopo le 19, a causa di assembramenti in alcune zone della città legati a una movida che non rispettava le norme di distanziamento e dell’obbligo dell’uso della mascherina.

Il divieto aveva fatto sì che i locali, dalle 19 in poi, potessero vendere bevande solamente ai clienti seduti ai tavoli. Ma da oggi quel divieto è decaduto: un’ordinanza comunale già pubblicata sull’albo pretorio revoca le restrizioni precedenti “con effetto immediato”.

Secondo l’amministrazione milanese, la revoca è dovuta alla maggior consapevolezza e responsabilità dei cittadini in merito al divieto di assembramento, all’obbligo di usare dispositivi di protezione individuali e all’osservanza delle misure igienico-sanitarie.

Promossi anche i gestori dei bar che si sono attivati nel far rispettare le distanze interpersonali e le misure di sicurezza, onde evitare assembramenti dentro e fuori i locali. Ovviamente se la situazione si evolverà in maniera differente, potrebbero essere presi ulteriori provvedimenti.