di Manuela 27 Novembre 2019
Latte e formaggi

Bere latte e mangiare formaggi riduce il rischio di tumori. A dirlo è uno studio condotto da ricercatori italiani all’interno del più vasto studio europeo Prospective investigation on cancer and nutrition (Epic -Italy). Lo studio interessa 10 paesi e 520mila persone, mentre la ricerca completa è stata pubblicata sulla rivista The American Journal of Clinical Nutrition ed è stata presentata anche all’Agro-Food Lab dell’Università di Brescia.

Lo studio italiano ha analizzato i dati relativi a 45.009 persone per un lasso di tempo di 14,9 anni. Durante questo periodo sono stati registrati 2.468 morti, di cui il 59% per tumori e il 19% per malattie cardiovascolari. Nonostante il numero di partecipanti, non è stata trovata nessuna correlazione fra il consumo di prodotti lattiero-caseari e il tasso di mortalità, ma anzi, si è visto che tale tasso diminuiva del 25% nel caso di persone che bevevano 120-170 grammi di latte al giorno, indipendentemente che fosse latte intero o scremato.

La ricerca italiana ha quindi evidenziato che un consumo medio-basso di latte o formaggi non è correlato in nessuno modo a un aumento del tasso di mortalità, il che va a smentire diverse fake news e bufale secondo il quale latte e latticini sarebbero alimenti da bandire dalla dieta perché responsabili di tutti i mali del mondo.

[Crediti | The American Journal of Clinical Nutrition]

commenti (1)

Accedi / Registrati e lascia un commento

  1. Avatar Oetzi ha detto:

    Il solito discorso, ovvero che ogni X anni ci sono studi che dicono tutto e l’opposto di tutto.
    Io li bevo e mangio a prescindere di quello che dicono. Tanto, sui grandi numeri, sia chi sta attento e chi no hanno la stessa aspettativa di vita. E i fattori che causano malattie non sono solo a livello di dieta.