Beyond meat crolla in borsa dopo l’attacco delle lobby

le accuse delle lobby (anche se smentite) sono riuscite a mettere in crisi le azioni in borsa di Beyond Meat, la carne finta che forse sta piacendo troppo.

Abbiamo appena pubblicato un articolo che parla di come Beyond Meat sia stata accusata di essere malsana, concetto smentito e argomentato da Business Insider che si è avvalso del parere di una squadra di nutrizionisti. Eppure, nonostante ciò, le accuse han colto nel segno e Beyond Meat crolla in borsa dopo l’attacco delle lobby.

Tutto ciò dopo che invece era volato in borsa, per carenza del competitor Impossible Burger. Ma facciamo un riassunto di ciò che è accaduto.  Il gruppo Center for Consumer Freedom ha pubblicato fior di pubblicità che ponevano l’attenzione sugli additivi chimici presenti in questa carne finta. I nutrizionisti di Business Insider hanno smentito, confrontando il prodotto accusato e la carne vera e arrivando alla conclusione che siano entrambi prodotti da consumare “sometimes”.

A quanto pare, nonostante la smentita di Business Insider, le accuse della lobby – gestita da Richard B. Berman, che in passato si è battuto affinché il livello di alcol nei guidatori non venisse abbassato, e diffondendo il concetto che “il fumo non ti uccide ma l’eccessiva regolamentazione sì” – han colto nel segno.

Beyond Meat ha infatti perso oltre il 10% in una sola seduta, chiudendo a 144 dollari per azione. Addirittura, è sceso al di sotto del prezzo a cui il fondatore Etan Brown ha venduto parte del suo pacchetto azionario.

Fonte e immagine: investire.biz

Avatar Chiara Cajelli

17 Agosto 2019

commenti (0)

Accedi / Registrati e lascia un commento