Biococco di Stammibene: richiamo per rischio chimico

Nuovo richiamo sul sito Salute.gov: ritirato dal commercio un lotto della bevanda Biococco ci Stammibene a causa di un rischio chimico.

cocco

Ancora un richiamo sul sito Salute.gov: è stato ritirato dal commercio un lotto della bevanda Biococco di Stammibene a causa di un rischio chimico. Sul sito la data di pubblicazione dell’allerta è quella del 27 settembre 2021, mentre sull’avviso di richiamo vero e proprio la data effettiva dei controlli è quella del 20 settembre 2021.

La denominazione di vendita esatta del prodotto interessato dal richiamo è Stammibene – Biococco 500 ml, il marchio del prodotto è Stammibene e sia il nome o ragione sociale dell’OSA a nome del quale il prodotto è commercializzato, sia il nome del produttore è Abafoods srl, con sede dello stabilimento in via Ca Mignola Nuova 1775 a Badia Polesine (RO). Nell’avviso non è indicato il marchio di identificazione dello stabilimento o del produttore.

biococco

Il numero del lotto di produzione coinvolto nel richiamo è 210319, quello con data di scadenza o termine minimo di conservazione del 19 marzo 2022 e unità di vendita rappresentata dalla confezione da 500 ml.

Il motivo del richiamo è un rischio chimico. Si è trattato, infatti, di un richiamo in via precauzionale a causa della presenza di ossido di etilene (ETO) in un ingrediente, più precisamente nella gomam di guar.

Per tale motivo nelle avvertenze le persone che abbiano già acquistato il lotto in questione non devono consumarlo, bensì riportarlo presso il punto vendita di acquisto. Viene altresì specificato che il richiamo si applica solamente ai lotti e relative scadenze sopra elencate, mentre altri prodotti e lotti del marchio non sono interessati.

Potrebbe interessarti anche