di Valentina Dirindin 11 Gennaio 2021

Il mercato della birra analcolica raggiungerà i 29 miliardi di dollari entro il 2026: è quanto afferma una ricerca del Global Market Insights che studia le tendenze del mercato della birra a livello internazionale, e registra un interesse sempre maggiore proprio per quella alcol free.

In effetti, è un dato di fatto che sempre più marchi si stiano muovendo in quella direzione: eclatante, di recente, è stata l’annuncio di Guinness della sua 0.0, versione analcolica dell’iconica birra scura irlandese. Ma in molti si sono lanciati verso quello che sembra essere, indubbiamente, un mercato in crescita, dovuto principalmente all’adozione di stili di vita più sani.

Non a caso, la  domanda di birra analcolica dal canale di vendita Ho.Re.Ca. ha superato i 4 miliardi di dollari nel 2019. Un trend che, secondo queste ricerche, è destinato a proseguire a lungo: a confermarlo c’è il fatto che i principali produttori di birra stanno adottando iniziative strategiche come acquisizioni e sviluppo di nuovi prodotti per raggiungere la leadership di mercato, espandere il portafoglio di prodotti e la capacità di produzione.

Così, l’industria globale della birra analcolica dovrebbe registrare un consumo di oltre 3 miliardi di litri entro il 2026. Il Paese che avrà il maggior aumento di produzione e consumi, secondo il Global Market Insights, sarà probabilmente l’America Latina.

[Fonte: Pr Newswire]

1