di Marco Locatelli 22 Febbraio 2021
birra

La birra tedesca in crisi. E così anche i produttori di birra teutonici chiedono aiuto allo Stato. La richiesta di aiuto al governo federale e ai Laender da parte dell’industria della birra tedesca è perentoria: si chiedono misure anticrisi rapide e decise a sostegno del comparto. Insomma, situazione simile a quella dei birrifici artigianali e fotografata da Uniobirrai pochi mesi fa.

Se non dovessero arrivare gli aiuti richiesti, molti birrifici rischieranno di fallire a causa della crisi generata dalla pandemia da Coronavirus. La spada di Damocle pende non solo sui posti di lavoro, ma anche – fanno sapere gli industriali tedeschi – su una parte di cultura e vita sociale che potrebbero scomparire per sempre.

Snocciolando i numeri, l’industria della birra tedesca riferisce che diversi milioni di euro di birra sono andati scaduti e quindi eliminati. Inoltre le vendite di birra in bottiglia al dettaglio nei supermercati – cresciuta – non è riuscita in alcun modo a compensare le grandi perdite del prodotto nel settore Horeca e nelle esportazioni.

Restando in tema, è di qualche giorno fa la notizia che a Tel Aviv i bar offrono birra gratis alle persona che si sono fatte vaccinare. Tel Aviv sta organizzando i cosiddetti “Vaccine bar”: ti viene somministrato il vaccino al bancone e poi ottieni una birra in omaggio.

Fonte: Nova