di Manuela 29 Agosto 2019
birra

E’ stata ritirata dal commercio la birra Franken Brau Pilsener a causa della possibile presenza di soda caustica. L’allerta è a livello europeo ed è stata lanciata dalla Germania tramite il RASFF (Sistema rapido di allerta europeo alimenti) e il portale del governo Lebensmittelwarnung.de. E’ stato lo stesso produttore a richiamare questo prodotto, volontariamente.

Durante un controllo di routine, la birra Franken Brau Pilsener è risultata contaminata da detergenti. Le prime analisi fatte parlano di soda caustica: anche a concentrazioni molto basse, può provocare gravi ustioni alle mucose della bocca, della gola, dell’esofago e del tratto gastroenterico.

La birra in questione è prodotta dalla birreria Frankenbräu Lorenz Bauer GmbH & Co. KG con sede in Germania, Neundorf 41, 96268 Mitwitz. Grazie alla diffusione dell’allerta sul sistema RASFF, anche tutti i paesi europei in cui la birra in questione è in vendita, hanno potuto ritirare la birra dagli scaffali.

Sulla nota di avviso del Ministero tedesco, i cittadini sono invitati a non bere la bevanda anche se già acquistata. Il produttore ha voluto sottolineare come il richiamo sia stato volontario. Durante un controllo routinario è stato notato un difetto tecnico che avrebbe portato all’inclusione di detergenti nella birra prodotto con data di scadenza 05/05/2020. Visto che l’assunzione di birra contaminata da questi detergenti può causare lesioni, i consumatori sono invitati a riportare i lotti acquistati o nella fabbrica o nel negozio dove sono stati comprati. Ovviamente i prodotti restituiti saranno sostituiti.

[Crediti | Bild]