di Marco Locatelli 12 Maggio 2020

Ai tempi del coronavirus la creatività ha spesso superato l’immaginazione. Ecco allora che in Irlanda un pub ha pensato di consegnare la birra ai suoi clienti volando, sulle eliche di un drone. Proprio così: è l’idea alquanto alternativa della titolare di uno storico (152 anni di attività) pub di un paesino a Nord di Dublino.

Il piccolo drone del pub irlandese di Avril McKeever sorvola i cieli della piccola Rathdrinagh per consegnare birra, ma anche patatine. A controllare da remoto il velivolo il nipote della proprietaria, Paul Clarke, che appende la merce con una semplice corda (come potete vedere nel video qui sotto, diventato ormai virale).

Una soluzione estrema – evidentemente poco sicura – ma che è dettata soprattutto dalla voglia di ricominciare e ritrovare il contatto con i clienti, e rappresenta anche l’istinto di sopravvivenza dei circa 7 mila pub irlandesi che hanno dovuto abbassare la saracinesca in seguito all’emergenza covid-19, lasciando a casa 50 mila lavoratori.

Mentre da noi bar e ristoranti potranno riaprire i battenti dal 18 maggio, i pub irlandesi non potranno tornare a lavorare a “porte aperte” prima del 10 di agosto, ovviamente sempre nel rispetto delle norme di sicurezza anti-covid.