Bisfrolline con marmellata limone e con confettura mora e mirtillo Valdenza: richiamo per rischio chimico

Nuono richiamo sul Salute.gov: ritirati alcuni lotti delle Bisfrolline con marmellata limone e delle Bisfrolline confettura mora e mirtillo Valdenza per rischio chimico.

bisfrolline

Altro richiamo sul sito Salute.gov: sono stati ritirati dal commercio lotti delle Bisfrolline con marmellata limone e Bisfrolline con confettura mora e mirtillo di Valdenza a causa di un rischio chimico. Come nel richiamo precedente, anche in questo caso sul sito la data di pubblicazione dell’allerta è quella del 12 agosto 2021, mentre sugli avvisi di richiamo veri e propri non è indicata la data effettiva dei controlli.

In tutti i richiami sia il marchio del prodotto che il marchio di identificazione dello stabilimento o del produttore è Valdenza, mentre il nome o ragione sociale dell’OSA a nome del quale il prodotto è commercializzato è Dolciaria Val D’Enza S.p.A.

Di seguito trovate il nome commerciale del prodotto, i numeri dei lotti di produzione coinvolti nel richiamo, la data di scadenza o termine minimo di conservazione e l’unità di vendita:

  • Bisfrolline con marmellata al limone: numeri di lotto 1L113, 1L127, 1L155 e 1L183, rispettivamente con data di scadenza o termine minimo di conservazione del 30 novembre 2021, del 15 dicembre 2021, del 15 gennaio 2022 e del 15 febbraio 2022, unità di vendita rappresentata dalla confezione da 200 grammi
  • Bisfrolline con confettura di mora rossa e mirtillo nero: numeri di lotto 1L064, 1L113, 1L127, 1L155 e 1L183, rispettivamente con data di scadenza del 15 ottobre 2021, del 30 novembre 2021, del 15 dicembre 2021, del 15 gennaio 2022 e del 15 febbraio 2022, unità di vendita rappresentata dalla confezione da 200 grammi

Il motivo del richiamo è un rischio chimico: si è trattato di un richiamo in via precauzionale a causa della presunta presenza di ossido di etilene all’interno di un ingrediente usato nei lotti indicati in precedenza.

Nel caso foste in possesso di confezioni appartenenti ai lotti sopra indicati, non bisogna consumarli, bensì riportarli presso il punto vendita di acquisto. Tuttavia analoghi prodotti con lotti differenti non sono oggetto del richiamo in questione e possono essere mangiati tranquillamente.

Potrebbe interessarti anche