Psicosi Brexit: il Regno Unito si prepara con le scorte di Champagne

Nei magazzini del Regno Unito non vengono accumulati solo parti di aeroplani o inchiostro per la stampa in vista della possibile uscita, tra un paio di mesi, dall’Unione Europea. Ora, le scorte in costante aumento annoverano anche le bevande alcoliche.

È notizia di oggi che il gigante del lusso LVMH, proprietario di marchi high-end quali lo champagne Moet & Chandon e il cognac Hennessy, ha attivato un piano d’emergenza aumentando lo stock di vini e liquori nei suoi magazzini in Inghilterra.

[La sola guida alle Bollicine di cui avete bisogno]

[Spumanti da bere per tutta l’estate]

[La verità sull’alcol: dalla sbornia triste col gin ai postumi terribili dello champagne]

Per il momento sono state aggiunte le scorte previste nei prossimi quattro mesi, ma i rappresentanti del gruppo nel Regno Unito, da dove arriva il 4% delle entrate totali di LVMH, si sono detti pronti per lo scenario peggiore, nel caso ci fossero difficoltà con le consegne.

The Great Brexit Stockpile: come U.K. Plc si sta preparando per un accordo

Mentre si prepara al peggio nel Regno Unito, la società con sede a Parigi ha visto crescere i propri profitti in ogni parte del mondo. Soprattutto in Cina, grazie alle vendite di Hennessy e champagne Dom Pérignon.

[Crediti | Yahoo.com]

Avatar Anna Silveri

30 Gennaio 2019

commenti (0)

Accedi / Registrati e lascia un commento