di Manuela 13 Maggio 2020
supermercato

Torniamo a parlare di buoni spesa: a Lecce sono state denunciate tre persone a causa di buoni spesa falsi. Avete presente i buoni spesa ideati dal Governo per aiutare le famiglie in difficoltà a causa dell’emergenza Coronavirus? Ebbene, tre persone di Lecce hanno pensato bene di realizzare e utilizzare dei buoni spesa fasulli.

Tutto è nato a seguito di alcune denunce di diversi esercizi commerciali di Lecce che avevano segnalato la presenza di buoni spesa falsi. Sono stati gli agenti della Squadra Mobile di Lecce a denunciare tre salentini (rispettivamente di 41, 45 e 48 anni) con le accuse di:

  • ricettazione
  • truffa
  • falsificazione
  • uso di moneta falsa
  • sostituzione di persona

Perquisendo le loro abitazioni, i poliziotti hanno scovato decine e decine di buoni spesa falsi per un valore totale di alcune migliaia di euro. In aggiunta, in un deposito appartenente all’uomo di 48 anni, hanno trovato diversi blocchetti che lui stesso aveva cercato di distruggere bruciandoli dopo essere stato scoperto.

E ancora: sempre durante la medesima perquisizione, i poliziotti hanno trovato e sequestrato diversi documenti che sono poi risultati essere stati denunciati come smarriti e che venivano usati per i buoni spesa.