di Manuela 7 Gennaio 2021
kimbo

Caffè Kimbo darà 300 euro di bonus ai suoi dipendenti come ringraziamento per aver contribuito a mandare avanti l’azienda durante la pandemia da Coronavirus. Non è la prima volta che l’azienda compie un gesto del genere: già a inizio lockdown, ad aprile, aveva aumentato lo stipendio dei dipendenti di 200 euro.

Inoltre, sempre nell’ottica di tutelare i lavoratori, la società aveva posto in smart working tutto il personale non coinvolto direttamente nella produzione del caffè e aveva investito sia per quanto riguarda i dispositivi di protezione individuali, sia per quanto riguarda la sanificazione degli ambienti lavorativi.

Roberto Grasso, AD di Kimbo, ha spiegato che in un momento così delicato, l’azienda ha deciso di compiere un ulteriore gesto concreto di ringraziamento nei confronti dei dipendenti Kimbo che hanno assicurato che la produzione del loro caffè andasse avanti ininterrottamente.

Ricordiamo, poi, che la scorsa estate, Kimbo aveva donato un impianto di telemetria all’azienda ospedaliera dei Colli – Ospedale Domenico Cotugno di Napoli in modo da poter permettere al personale medico di monitare continuamente altri 50 pazienti in terapia sub intensiva, con particolare riferimento all’eletrocardiogramma (ECG) e alla saturazione di ossigeno (SpO2).

Ma Caffè Kimbo non è l’unica realtà italiana a premiare i suoi dipendenti: Tonno Callipo aveva regalato 1.000 euro ai suoi lavoratori come premio di produzione.