di Manuela 25 Gennaio 2021
carabinieri

Ancora una violazione delle norme anti diffusione Covid-19. Da Trento, dove è stato chiuso un bar perché venti persone mangiavano al suo interno dopo le 18, spostiamoci a Chieri: qui un gruppetto di persone aveva organizzato una cena in un bar-tavola calda. Ovviamente il locale è stato chiuso e clienti e gestore sono stati multati.

Tutto è successo domenica sera nel bar-tavola calda Cibrario, sito nel corso dal medesimo nome. Qui i Carabinieri sono giunti sul posto dopo una segnalazione fatta al 112: alcuni residenti della zona, infatti, avevano notato un via vai sospetto dal locale, con anche rumori provenienti dal suo interno quando avrebbe dovuto essere chiuso.

Gli agenti hanno così trovato dodici persone che cenavano tranquillamente nel locale, nonostante le norme anti Covid-19 prevedano che bar e ristoranti lavorino solamente con consegne a domicilio e asporto essendo il Piemonte in zona arancione.

Nonostante ciò, i clienti erano tranquillamente seduti ai tavoli cenando in compagnia. Il risultato? I Carabinieri hanno prima provveduto a identificarli tutti e poi ciascuno di essi si è visto comminare una multa da 400 euro.

Anche il titolare del locale è stato multato, ma con una sanzione da 1.000 euro. Inoltre dovrà tenere anche chiuso il bar per cinque giorni.