Cibo mal conservato e lavoro in nero: chiuso ristorante a Nervi

Nel genovese i Nas hanno chiuso un ristorante a Nervi causa cibo mal conservato, lavoro in nero e problemi con l'amianto.

I carabinieri del Nas di Genova, dopo alcune segnalazioni da parte del vicinato, hanno indagato e han dato verdetto: ristorante chiuso causa cibo mal conservato, lavoro in nero e problemini con l’amianto. Questo, a Nervi.

Ad indagare i Nas, la squadra della Forestale e il Nucleo tutela del patrimonio artistico: il cattivo odore segnalato da alcuni abitanti a ridosso del ristorante in questione ha fatto partire il sopralluogo, e ciò che hanno riscontrato è sconcertante. I chili di alimenti conservati inadeguatamente sono 160 e le baracchette costruite dal proprietario in una zona a vincolo paesaggistico contenevano amianto. Il locale, alle spalle del porticciolo, aveva parte dello staff in nero: anche questo non è passato inosservato: chiusura del ristorante e 3 mila euro di multa.

Da Nervi a Sampierdarena, quartiere di Genova: in un self service locale sono addirittura 700 i chili di cibo scongelato e trovato in ammollo, all’interno di una cella frigorifera guasta. In questi casi, il cibo si contrassegna come non più utilizzabile, tuttavia non sono stati rilevati avvertimenti di sorta. Ciò ha comportato al gestore 10 mila euro di multa.

Proprio l’altro giorno, a Udine son stati sequestrati sempre dai Nas 100 kg di gelato scaduto.

Avatar Chiara Cajelli

22 Giugno 2019

commenti (0)

Accedi / Registrati e lascia un commento