di Nunzia Clemente 10 Ottobre 2016

Se ne parlava già da un po’. Gli animalisti dicevano che lasciare il cane in attesa sulla soglia del supermercato è una piaga sociale da terzo mondo.

Poi si vociferò di un fantomatico carrello, dove sistemare gli amici a quattro zampe durante gli acquisti.

Più di recente, il quasi cuoco quasi divulgatore alimentare Marco Bianchi ha fugato ogni dubbio: nello stesso carrello, ci ha messo cane e figlia insieme. Bando all’igiene.

Finalmente (o purtroppo, a seconda dei punti di vista), la svolta.

A Bernareggio, provincia di Monza, l’apertura del nuovo supermercato Conad ha fatto parlare di sé: non tanto per il format, già conosciuto, ma per la possibilità di portare con sè il proprio cane durante la spesa. Il Conad di Bernareggio diventa, così, uno dei primissimi supermercati pet friendly in Italia.

L’apertura è stata possibile grazie all’adesione al protocollo proposto dall’onorevole Brambilla a nome della Federazione Italiana Associazione Diritti Animali, e dall’AD di Conad Francesco Pugliese.

L’accordo prevede l’autorizzazione all’ingresso di animali accompagnati dai propri padroni, e muniti di guinzaglio e ove necessario di museruola.

I quattrozampe, ovviamente, non potranno scorrazzare per le corsie, ma dovranno essere trasportati in appositi carrelli forniti dallo staff del supermercato.

Inoltre, in ogni punto vendita sarà presente un gruppo di volontari della Federazione, che raccoglierà alimenti destinati agli animali in difficoltà.

Decisamente soddisfatta l’ex ministro Brambilla:

‘i nostri cani, i nostri gatti sono infatti considerati membri della famiglia e devono poterci seguire ovunque, anche a fare la spesa. In Conad abbiamo trovato grande attenzione alle esigenze dei clienti con animali al seguito’.

[Crediti | Link: Monza Today, Foto: La Repubblica]