di Manuela 9 Marzo 2020
Signorvino chiuso

A causa dell’epidemia di contagi da Coronavirus, anche Signorvino ha deciso di chiudere tutti i locali nelle zone rosse. A dire il vero, è il gruppo Calzedonia che ha deciso di chiudere tutti i suoi locali nelle zone rosse, indipendentemente dal marchio. Queste vuol dire che in quelle zone chiuderanno tutti i marchi appartenenti al gruppo, quindi Calzedonia, Intimissimi, Tezenis, Intimissimi Uomo, il già citato Signorvino, Atelier Emé e outlet vari.

Sandro Veronesi, presidente di Calzedonia group, ha spiegato che visto che il gruppo non vende articoli di primaria necessità, per correttezza hanno deciso di fare quanto in loro potere per cercare di tutelare la salute dei clienti e dei dipendenti.

Visto e considerato che molte persone ancora non si sono rese conto del perché siano necessarie queste restrizioni e visto che, nonostante la loro attivazione, la gente si è recata in massa nei supermercati (senza parlare di quelli che continuano a partecipare ad aperitivi e movida, vedi per esempio cosa sta succedendo a Roma dove i giovani persistono a festeggiare accalcandosi perché sono convinti che il Coronavirus colpisca solo gli anziani e che loro sono immuni), forse se adesso trovano molti dei negozi chiusi anche di settimana si renderanno conto del perché di queste norme.