Crisi alimentare, il commento di Stefano Patuanelli: “Dobbiamo farci carico dei Paesi più poveri”

Il Ministro delle politiche agricole Stefano Patuanelli ha spiegato che l'attuale crisi alimentare andrebbe affrontata con l'innovazione.

Il Ministro delle politiche agricole Stefano Patuanelli è intervenuto in occasione dell’inaugurazione del MacFrut a Rimini sottolineando come, nonostante la piena ripresa delle manifestazioni della filiera agroalimentare in presenza sia un segnale concreto di un ritrovato e sano ottimismo (vi ricordiamo, a tal proposito, che in questi giorni si sta svolgendo anche Cibus a Parma), occorre comunque parlare della crisi alimentare su scala globale che di fatto rischia di travolgere i Paesi e i territori più vulnerabili.

Frutta e verdura

In questo contesto, mantenere alta l’attenzione sul fronte della sicurezza alimentare rimane assolutamente imperativo. Una sicurezza alimentare che, come ha per l’appunto spiegato lo stesso ministro Patuanelli, deve essere ottenuta attraverso la produzione di “cibo di qualità in quantità superiori”, rendendo così accessibile a tutti una corretta alimentazione. Un obiettivo che però deve essere raggiunto con un atteggiamento attento e considerato delle attuali risorse ambientali, e che pertanto può essere conseguito solamente attraverso l’innovazione.

“Oggi il tema del prezzo delle materie prime mette in difficoltà le aziende dei paesi industrializzati” ha ancora aggiunto il ministro Patuanelli “ma rischia di aumentare terribilmente la povertà alimentare dei Paesi del Nord Africa e di altre aree del pianeta e non possiamo non farcene carico tutti insieme.”