di Manuela 6 Ottobre 2020
pausa pranzo

Arriva un’app che ci permetterà di risparmiare durante la pausa pranzo: si chiama Eat & Joy ed è stata fondata da Andrea Mach di Palmstein, ex managere di Helbiz. Questa startup ha lanciato la sua app a inizio settembre: in pratica propone degli abbonamenti mensili realtivi ai piatti del giorno suggeriti dai ristoranti aderenti, con prezzi scontati anche del 60%.

Andrea Mach ha spiegato che, a causa dell’epidemia da Coronavirus, il settore della ristorazione ha subito un grosso colpo: si parla di una perdita del fatturato maggiore del 70%. Eat & Joy si ripropone proprio di aiutare a risolvere questo problema: grazie all’applicazione, i ristoranti potranno aumentare i propri introiti senza avere costi aggiuntivi, mentre i clienti potranno consumare pasti di alta qualità e sempre diversi, risparmiando pure.

All’atto pratico, da lunedì al venerdì i ristoranti che aderiscono al progetto, inseriscono sulla piattaforma il piatto del giorno selezionato per il pranzo. Il cliente, tramite l’app, può navigare fra i vari piatti proposti dal ristorante, ordinarlo prima delle 11 del mattino e scegliere l’orario di ritiro. Quando andrà al ristorante, potrà saltare la fila e prendere direttamente l’ordine, senza pagare.

Questo perché l’app propone diversi tipi di abbonamenti mensili: ce n’è uno da 12 piatti e uno da 20 piatti, al prezzo di 4,99 ciascuno. Il cliente pagherà una volta al mese in modo che quando andrà ad ordinare e ritirare si ritroverà il piatto già pronto, senza dover fare la fila alla cassa. In occasione del lancio, Eat & Joy ha poi promosso abbonamenti con costi del piatto a 3,49 euro.

Al momento l’app funziona solamente a Milano, ma l’obiettivo è quello di ampliarla a più città italiane entro la fine del 2020, per arrivare in Europa nel 2021.