di Manuela 22 Ottobre 2020
esselunga

Esselunga ha donato 780mila euro alla Caritas Italiana grazie ai fondi raccolti con il progetto Spesa Solidale. Se ricordate, si trattava dell’iniziativa che la catena di supermercati e la Caritas avevano messo in piedi per aiutare le famiglie in difficoltà a causa della pandemia da Coronavirus.

Dopo sei mesi dal suo inizio, il progetto è infine giunto a compimento. I clienti che hanno scelto di usare i punti Fidaty per contribuire a questo programma, sono riusciti a donare beni di prima necessità per un valore totale di 780mila euro fra prodotti sia alimentari che no. Questi prodotti (e non i soldi direttamente) verranno distribuiti presso le 50 Caritas diocesane partecipanti all’iniziativa, tramite il circuito degli Empori della Solidarietà e delle varie parrocchie.

L’iniziativa, infatti, prevedeva che ad ogni store Esselunga venisse abbinata una struttura della Caritas facente parte dello stesso territorio: a tale struttura sarebbero stati poi destinati i beni di prima necessità ottenuti grazie alla donazione dei punti Fidaty dei clienti aderenti al programma. In particolare i prodotti sono stati scelti basandosi sulle richieste fatte dalle singole diocesi del territorio. Si parla di pasta, legumi, olio, ma anche di prodotti per l’igiene personale.

Spesa Solidale è solo uno dei tanti progetti che Esselunga ha implementato per aiutare le comunità sin dall’inizio dell’emergenza Covid-19. Ricordiamo, fra gli altri, la donazione di 3.7 milioni di euro agli ospedali e agli enti di ricerca in Italia, di cui 1.2 milioni raccolti grazie all’aiuto dei clienti.