di Manuela 20 Maggio 2021
pescatore

Francesco Battistoni, sottosegretario alle Politiche agricole, ha annunciato che il Mipaaf ha firmato il nuovo decreto relativo al fermo pesca temporaneo 2021. Pare che ci siano alcune novità rispetto ai precedenti.

Lo stesso Battistoni ha sottolineato come questo decreto solo apparentemente sembri di routine in quanto, in realtà, contiene diverse novità importanti per tutto il settore. Ed è proprio lui ad anticiparle, mentre il decreto è in fase di registrazione presso gli appositi organi di controllo.

Il sottosegretario ha spiegato di aver ascoltato e accolto le richieste “tradizionali” dei pescatori. Fra di esse ci sono quelle delle aziende liguri e toscane inerenti il blocco dell’attività a ottobre e quelle dei pescatori dell’Alto Adriatico per continuare il fermo pesca oltre i 30 giorni, scalando poi una parte dei giorni aggiuntivi.

A queste si sono aggiunte richieste nuove, in parte proposte anche da imprenditori del Lazio: si parla di anticipare il periodo di fermo temporaneo al 12 giugno, in modo da proteggere le risorse marine e la produttività delle imprese.

Battistoni ha poi rivelato di aver iniziato anche il percorso di valorizzazione della filiera del gambero di fondo. Inoltre il Governo ha prestato maggior attenzione anche alle necessità degli equipaggi, i quali potranno sfruttare le misure sociali previste dal Ministero del Lavoro. Per esempio, per i marittimi imbarcati che devono sottostare all’interruzione temporanea dell’attività, verrà utilizzata la misura sociale a sostegno del reddito.