di Valentina Dirindin 18 Agosto 2020
confusione

In Finlandia un bar cambia nome e, per stare al passo con i tempi (o forse per finire più facilmente nel ranking dei motori di ricerca) decide di chiamarsi Covid-19. Se sia una mossa astuta o molto stupida, lo dirà solo il tempo.

Quel che possiamo dire noi è che il gestore di questo locale del centro della città di Oulu, che prima si chiamava “Eight Eight Bar”, non è stato nemmeno troppo originale. L’idea di omaggiare la malattia del 2020 con il nome di un bar, infatti, era già venuta a un imprenditore padovano, che già a giugno aveva fatto infuriare il sindaco di Borgo Veneto. Il sindaco aveva pure firmato un’ordinanza per oscurare l’insegna, perché “poco rispettosa dei tempi in cui viviamo e delle miglia di vittime che si sono registrate in Italia”.

Chissà se succederà la stessa cosa nella civilissima Finlandia, dove  Phithat Narongphan , proprietario del bar incriminato, ha affermato che quel nome ha lo scopo di “far riflettere sulla nostra lotta contro questo virus” e serve a ricordare che il virus “resterà con noi per molti anni”. Stupidi (e malpensanti) noi che abbiamo pensato che avesse lo scopo di finire sui giornali.

[Fonte: Helsinki Times]