Food delivery: aziende fanno causa a New York, “No al limite degli addebiti delle app ai ristoranti”

Le grandi aziende del food delivery (fra cui Uber Eats e Grubhub) fanno causa a New York a causa del limite di addebito delle app ai ristoranti.

rider food delivery

Torniamo a parlare di food delivery perché negli USA le grande aziende del settore hanno deciso di fare causa a New York: Uber Eats se Grubhub non sono d’accordo con l’imposto limite degli addebiti delle app ai ristoranti.

È innegabile che, a causa della pandemia da Coronavirus, siano aumentate le attività di questi servizi del food delivery: ordini su internet tramite le apposite app, se vuoi paghi direttamente tramite l’app e ti fai consegnare il cibo a domicilio dai ristoranti partner tramite i rider.

Tuttavia adesso alcuni colossi del settore come Uber, Grubhub e DoorDash hanno deciso di far causa a città come New York e San Francisco, ree di aver voluto limitare gli addebiti delle app ai ristoranti. Secondo le aziende, questa imposizione è “incostituzionale, dannosa e non necessaria”.

rider food delivery consegna fattorino

Ma anche le grandi città statunitensi non stanno a guardare. Per esempio Chicago, dal canto suo, ha deciso di far causa a Grubhub e DoorDash: secondo Chicago, infatti, le aziende sono ingannevoli per quanto riguarda le tariffe elencate ai clienti e per come trattano i ristoranti.

Inoltre la California ha approvato una legge che indica alle app di mostrare ai consumatori quanto effettivamente i ristoranti guadagnino sui loro ordini. Il fatto è che i ristoranti possono pagare alle app commissioni fino al 30% per un singolo ordine.

Ecco che allora San Francisco ha deciso di limitare queste commissioni al 15%, mentre New York City le ha bloccate al 23%. Per Uber Eats, però, questo ha provocato perdite di più di 60 milioni di dollari, mentre DoorDash parla di 26 milioni di dollari persi nel secondo trimestre.

Prevedibilmente, poi, Uber Eats, Grubhub e DoorDash hanno deciso di limitare i danni relativi alle commissioni ridotte aggiungendone di nuove, ma questa volta per i consumatori. Uber Eats ha parlato di una nuova “tassa locale temporanea” per cercare di arginare le perdite. Tale commissione arriva anche a 3 dollari per ordine e si aggiunge alle spese di consegna, alle commissioni di servizio e alle eventuali commissioni per piccoli ordini.

Potrebbe interessarti anche