di Manuela 25 Luglio 2019
Coppa

In Francia sono stati segnalati casi di Salmonella forse collegati alla coppa italiana. Il focolaio di Salmonella typhimurium ha colpito per ora 83 persone: di queste, 13 hanno richiesto un ricovero in ospedale. Gli esami e gli accertamenti sono ancora in corso, ma si ipotizza che la responsabile possa essere la coppa a marchio Di Vittorio: viene prodotta in Italia, ma con materie prime dalla Francia e dalla Germania. Questa coppa viene commercializzata sul suolo francese da Castelli France, azienda nota per la distribuzione di cibi italiani in Francia.

Tutto è cominciato con una serie di segnalazioni di gastroenteriti da parte dei consumatori: queste sono avvenute fra l’inizio di giugno e luglio e hanno riguardato uomini e donne, inclusi sette bambini. I pazienti lamentavano i seguenti sintomi:

  • nausea
  • vomito
  • diarrea
  • febbre
  • mal di testa

La sintomatologia di questo tipo di Salmonellosi solitamente si evidenzia 6-72 ore dopo l’ingestione del cibo contaminato. Visto il numero di avvisi, i supermercati francesi Intermarché hanno avvertito le autorità sanitarie che hanno provveduto da ritirare il cibo sospetto, come avvenuto di recente anche qui da noi, per esempio, con il Riso alla cantonese Gusto Qui alla Coop. Come da prassi, è stata attivata anche l’allerta Rasff: qui l’Italia viene indicata come paese d’origine della coppa, ma non come paese di distribuzione. Inoltre sembra che questa coppa non sia stata commercializzata qui da noi in Italia.

[Crediti Foto | Flickr – ryansnyder]