Green Pass nelle mense, il Governo: è obbligatorio

Dopo giorni di incertezza e minacce di scioperi, una FAQ sul sito del Governo chiarisce che anche nelle mense come nei ristoranti, al chiuso i dipendenti devono avere il Green Pass obbligatorio.

mensa

Nelle mense aziendali al chiuso i dipendenti possono entrare solo se muniti di Green Pass: lo ha chiarito il Governo italiano, dopo giorni di incertezza e polemiche, con una Faq sul sito di palazzo Chigi. “Per la consumazione al tavolo nelle mense aziendali o in tutti i locali adibiti alla somministrazione di servizi di ristorazione ai dipendenti pubblici e privati è necessario esibire la certificazione verde”, si legge tra le frequently asked question. “Per la consumazione al tavolo al chiuso i lavoratori possono accedere nella mensa aziendale o nei locali adibiti solo se muniti di certificazione verde. A tal fine, i gestori sono tenuti a verificare le certificazioni con le modalità indicate dal dpcm del 17 giugno”.

Le mense quindi sono parificate in tutto e per tutto ai ristoranti e ai bar, senza tenere conto che mangiare fuori per divertimento può essere una scelta mentre nutrirsi in pausa pranzo dal lavoro è una necessità. Sull’argomento si erano già aperti dei piccoli scontri: alla Hanon Systems, in provincia di Torino, i sindacati avevano indetto uno sciopero, che poi era rientrato dopo la decisione dell’azienda di ritirare il provvedimento che rendeva il Green Pass obbligatorio. Nel frattempo anche la Regione Piemonte in una circolare rivolta ai  dipendenti aveva detto: “le attività connesse con la fruizione del vitto sono consentite a tutto il personale, fermo restando il rispetto dei protocolli o delle linee guida dirette a prevenire o contenere il contagio”. Ora però il Governo decide il contrario, e chiarisce che l’interpretazione vale sia per i lavoratori pubblici che privati, sia per le mense vere e proprie che per i locali adibiti a tale uso. Insomma, non si sfugge.

Potrebbe interessarti anche