di Nunzia Clemente 16 Gennaio 2017

Sono tornate. Le temute Iene Vegane sono tornate.

I militanti del movimento animalista milanese che avevamo lasciato alle prese con Capodanno da Peck (ricordiamo: protesta contro zamponi e cotechini con tanto di body art) hanno fatto un altro colpo.

Stavolta l’obiettivo delle Iene Vegane era McDonald’s, e la protesta di sabato sera si è volta su fronti diversi: i militanti, infatti, si sono dati un doppio appuntamento.

Un blitz davanti al cinema multisala Odeon, dove si sono piazzati accanto alla fila degli spettatori in attesa di The Founder: film sulla vita di Ray Kroc, il venditore di frullatori diventato imprenditore e poi imperatore di McDonald’s, l’altro direttamente nel punto vendita di Piazza Duomo gremito di gente.

mcdonalds iene vegane 800pxl

I militanti, truccati come il pagliaccio Roland ma con dettagli sanguinolenti disegnati su volti e corpi in pose volutamente tristi, hanno messo in scena così la loro protesta.

mcdonalds iene vegane2 800pxl

Un rappresentante delle Iene Vegane ha spiegato le rtagioni della protesta:

“Noi vogliamo ricordare come il fondatore abbia abbagliato con il suo sinistro pagliaccio intere generazioni di famiglie, giovani e bambini, occultando abilmente i suoi comportamenti immorali che passano dall’uccisione di milioni di animali.”

Stavamo quasi per concordare con le Iene Vegane, dopo la prima parte della spiegazione, poi tutto ha preso la solita piega.

[Crediti | Link: Corriere della Sera, Dissapore. Foto: Corriere della Sera]