di Luca Iaccarino 8 Gennaio 2018

Da qualche giorno non si parla che di “Fuoco e furia”, il libro-inchiesta di Michael Wolff contenente le rivelazioni choc di Steve Bannon su Donald Trump e il Russiagate.

Ma se gli affari internazionali non sono certo di mia competenza, nel libro c’è una notizia bomba anche per noi golosi: The Donald si abbuffa di McDonald’s.

[Cos’hanno mangiato gli invitati di Trump al pranzo d’insediamento]

La cosa già ha senso per motivi evidenti –Donald da McDonald’s è come Topolino a Topolinia – ma ne prende ancor di più quando si sentono le ragioni: temendo di esser avvelenato il Presidente spesso entra in un Mac al volo e ordina, certo che nessuno potrà fregarlo, visto che è una sosta non programmata.

Giusto. Ragionevole. Corretto.

La cosa più gustosa, però, è il suo menu da 2340 calorie. The Donald si sfama così: due Big Mac, due hamburger di pesce, un milk shake al cioccolato.

Ragazzi: questo è un presidente americano! Che mangia la specialità americana più popolare e divora più calorie di Phelps.

Ora mi aspetto una dichiarazione di Kim Jong Un in cui il dittatore nord-koreano rivela di pranzare con tre porzioni di kimchi PIU’ quel che prende Trump.

Diciamo la verità: il bottone nucleare di Trump è più grosso, ma il bottone più largo ai pantaloni ce l’ha indiscutibilmente Kim.

[Crediti | Business Insider]