di Manuela 1 Agosto 2019
Impossible Foods

Buone notizie per Impossible Foods: la FDA permetterà la vendita della carne finta nei negozi alimentari. La carne non carne di Impossibile Foods ha ottenuto l’approvazione della FDA per la vendita nei negozi alimentari degli Stati Uniti. Dopo qualche dubbio iniziale, l’agenzia ha formalmente dichiarato che la leg-emoglobina di soia, l’additivo presente negli Impossibile Burger che conferisce loro il sapore simile alla carne e che li fa “sanguinare”, è sicura per i consumatori. Beh, almeno per quelli non allergici alla soia e alle leguminose, direi che la precisazione sarebbe stata doverosa.

Se non ci saranno ulteriori obiezioni, la modifica ai regolamenti della FDA dovrebbe diventare effettiva a partire dal 4 settembre. Al momento i consumatori possono acquistare la carne finta di Impossibile Foods solamente nei ristoranti che collaborano con l’azienda. Fra di essi abbiamo Burger King, Qdoba e Claim Jumper. A proposito proprio di Burger King, da agosto tutti i punti vendita negli USA avranno l’Impossibile Whopper sul menu, almeno fino a esaurimento delle scorte.

Questo fa sì che Impossibile Foods stia al passo con il suo rivale più importante, Beyond Meat (quest’ultima vende già i suoi prodotti di carne finta nei negozi di alimentari). La domanda relativa a carni vegetali alternative è in forte aumento: molte persone cercano di ridurre il consumo di carne vera, sia per questioni legate alla salute, sia alla tutela dell’ambiente. Tuttavia, finora, la carne vegetale era vista più come un piatto di nicchia, da mangiare occasionalmente solo al ristorante. Con la distribuzione nei negozi di alimentari, invece, diventerà qualcosa di sempre disponibile, da mangiare anche tutti i giorni.

[Crediti | Engadget]