di Cinzia Alfè 23 Maggio 2018

Nuovi problemi a causa di presunti abusi sessuali avvenuti nel suo locale newyorkese, The Spotted Pig, per Mario Batali.

Un servizio del programma “60 Minutes”, in onda sulla rete televisiva CBS, ha ribadito le accuse già note, aggiungendo nuove rivelazioni, poi riprese dal New York Times.

Batali, come ricorderete, è uno star chef tra i più noti (e ricchi) del pianeta, che ha cucinato alla Casa Bianca per la cena con l’allora presidente Obama e l’ex premier Matteo Renzi e che, oltre a essere socio in tutti gli Eataly USA, è anche co-fondatore, con Joe Bastianich, della catena di ristoranti B&B Hospitality Group proprietaria di 25 locali negli USA.

[Conosciamo Mario Batali, il socio di Bastianich che cucina per Obama e Renzi]

Una brillante carriera travolta dallo scandalo a fine 2017 a causa delle molestie sessuali rivolte alle proprie dipendenti.

Durante “60 Minutes” un’ex dipendente ha sostenuto di essere stata drogata e molestata sessualmente nel 2005 da Batali, sempre allo Spotted Pig. Batali, in seguito alle richieste di chiarimento della donna, non ha dato alcuna risposta, mentre la dipendente all’epoca non avrebbe sporto denuncia per mancanza di prove certe da esibire.

Il dipartimento di Polizia di New York ha confermato alla CBS l’esistenza di un’indagine in corso sullo chef, che dal canto suo, però, nega questa accusa, continuando a dichiararsi pentito per il comportamento tenuto in merito alla precedenti accuse.

[Mario Batali, accusato di molestie sessuali, si autosospende dai suoi ristoranti]

Come se non bastasse, un’altra donna si è fatta avanti, affermando di essere stata drogata e violentata da Batali dopo che era uscita ubriaca dal suo ristorante. La donna ha detto di aver perso i sensi nella notte del 29 gennaio 2004 nel bagno di Batali, e che quando si è ripresa lo chef stava facendo sesso con lei.

Nel frattempo, un portavoce della B&B Hospitality Group ha definito le accuse “agghiaccianti e profondamente inquietanti”, ribadendo che l’azienda sta provvedendo a tagliare tutti legami con Batali.

Dal primo luglio, infatti, Batali dovrebbe essere estromesso dalla società, mentre Joe Bastianich avrebbe già sottoscritto con lo chef una lettera di intenti in base alla quale si impegnerebbe, insieme con la madre Lidia e alla chef Nancy Silverston, ad acquisire le quote dell’ormai ex socio.

[Il lato oscuro di Mario Batali e Joe Bastianich: 5 milioni di mance da restituire]

Mario Batali è diventato troppo ingombrante e compromesso per figurare nella corte del popolare giudice di Masterchef senza ripercussioni economiche. Del resto, un amico si vede nel momento del bisogno, un socio un po’ meno.

[Crediti: Grubstreet]