Isola delle Femmine: sequestrati 200 kg di pesce mal conservato in un ristorante

In un ristorante dell'Isola delle Femmine sono stati sequestrati ben 200 kg di pesce mal conservato e privo della necessaria tracciabilità.

pesci

Andiamo sull’Isola delle Femmine perché qui, in un ristorante del quale le autorità non hanno rivelato il nome, sono stati sequestrati qualcosa come 200 kg di pesce, tutti mal conservati e privi della necessaria tracciabilità.

È stata la Guardia Costiera a effettuare i controlli e a multare il ristorante in questione. Tracciabilità non regolare e irregolarità nelle procedure di conservazione dei prodotti ittici hanno portato non solo al sequestro di 200 chili di pesci, ma anche a una multa di 1.500 euro.

pesce

I medici veterinari dell’Asp di Carini hanno provveduto a ispezionare i prodotti in questione: non essendo ormai più idonei al consumo umano, ecco che ne hanno disposto la distruzione presso una ditta specializzata.

Ma i controlli non si sono fermati qui. La Guardia Costiera ha continuato a ispezionare ristoranti e altre attività collegata alla ristorazione. Durante i controlli hanno multato anche un venditore ambulante di Palermo. Per l’uomo è scattata la sanzione da 1.500 euro: anche lui aveva violato le norme di tracciabilità. Esattamente come successo al ristorante, per lui è stato disposto il sequestro di 50 kg di pesce che erano esposti su una bancarella di fortuna per strada.

Sempre in tema di ispezioni e controlli, da poco a San Benedetto del Tronto sono stati sequestrati 45 kg di tonno rosso nascosti sotto un bidone in un ristorante, mentre a Palermo sono stati sequestrati 2mila kg di formaggi, frutta e verdura venduti nel portabagagli di alcune auto per strada.