di Manuela 4 Agosto 2020
vegetariano

I dati del report Eurispes 2020 parlano chiaro: in Italia aumentano i vegetariani e vegani, sono ormai l’8,9% della popolazione. Suddivisi, rispettivamente, in 6,7% di vegetariani e 2,2% di vegani. Per par condicio, però, c’è anche il 6,3% della popolazione che dice di non esserlo più.

Il report Eurispes 2020 contiene parecchi altri dati interessanti. Da queste percentuali si evince che vegetariani e vegani sono in aumento sia rispetto al 2019 (erano il 7,1%), sia rispetto al 2018 (erano il 7,3%). Queste sono le principali motivazioni date per questa scelta alimentare:

  1. salute e benessere: 23,2%
  2. amore e rispetto per gli animali: 22,2%

Altri dati relativi all’alimentazione riguardano le cosiddette “alimentazioni senza”: il 18,7% degli italiani che hanno partecipato all’indagine dice di fare un’alimentazione senza lattosio, il 14,6% mangia senza glutine e il 16,3% utilizza un’alimentazione arricchita da integratori.

Vanno per la maggiore anche i cibi alla cannabis: il 23,1& degli italiani vorrebber provare alimenti a base di cannabislight, mentre il 16,4% li ha già testati e il 5,1% li ha inseriti regolarmente nella propria dieta.

Terminiamo, infine, la carrellata con il 54% degli italiani che compra cibo a domicilio, mentre il 70,3% tende ad acquistare cibi già cucinati da asporto. Alta anche la percentuale dei consumatori che comprano al supermercato o nella GDO cibi prodotti industrialmente e pronti da mangiare dopo pochi minuti di cottura: sono il 61,9%.