La crema di Iginio Massari “vomitevole”? È diffamazione aggravata

TripAdvisor. Anno di grazia 2013. Caustico frequentatore della pasticceria Veneto di Brescia contro Iginio Massari, il più famoso pasticciere d’Italia.

“Sarai pure stellato, ma se vuoi imparare a lavorare devi assaggiare i nostri prodotti del sud Italia”. E rincarando la dose: “Se questa è la tua pasta di mandorle allora non sai cosa sia la realtà, la crema pasticcera è vomitevole”. 

L’aggettivo non è gli andato giù, così Massari ha querelato il commentatore di TripAdvisor per diffamazione aggravata.

Come ha riportato Il Giorno, Massari ha vinto la battaglia legale e ottenuto un risarcimento (non meglio specificato) che, ci tiene a precisare, devolverà a un’associazione senza fini di lucro che supporta i bambini ricoverati presso l’Ospedale pediatrico di Brescia.

[Sapessi com’è strano trovare la pasticceria di Iginio Massari in banca a Milano]

Poco si sa del diffamatore, che ha inviato l’infelice commento usando il telefono cellulare della sua partner.

Rispondendo alle domande dell’Ansa, Massari ha voluto dare una lezione esemplare:

“Vivono pensando di poter buttare la cacca addosso agli altri, con intento diffamatorio disperdono in un attimo il lavoro di una vita. Nella mia pasticceria abbiamo alle dipendenze 38 persone e io ho l’abitudine di dare puntualmente lo stipendio ogni mese. Contro chi pensa di diffamare un impegno imprenditoriale il buonismo esagerato non serve a nulla.”

Poi, in un moto di riservatezza, ha aggiunto: “Ho voluto frenare chi ha esagerato, ma sarei stato più soddisfatto se non si fosse saputo. Ma essendo un processo penale, gli atti sono accessibili. E dopo il danno, ora c’è anche chi cerca clamore. Ma io resto qui, a lavorare”.

[Crediti | Il Giorno; Ansa]

Chiara Cavalleris Chiara Cavalleris

5 dicembre 2018

commenti (10)

Accedi / Registrati e lascia un commento

  1. Detchema ha detto:

    In un periodo storico e in un contesto sociale come quelli che stiamo vivendo, leggere la notizia di un leone da tastiera messo a cuccia mi ha rallegrato la giornata 🙂

    1. luca ha detto:

      E menomale che i leoni non si sono espressi sulla simpatia del Maestro , altrimenti altro che a cuccia .Mi sa che dovevano riaprire gli zoo per chiuderli dentro …e ti rallegravano per tutto il 2019 .

    2. Detchema ha detto:

      Beh, ma Massari ha aperto una pasticceria, mica un cabaret…
      E lo dico da persona che Massari a malapena sa chi è, non sto difendendo lui in particolare – il succo del mio commento era che personalmente non apprezzo chi non si controlla nell’esprimersi solo perché si trova a distanza dall’oggetto del suo disappunto, e sono contenta che questo comportamento non sia stato (ancora) ufficialmente sdoganato 🙂

  2. Orval87 ha detto:

    Ben gli sta. Il classico meridionale che “la pizza buona solo a Napoli” e qualsiasi altra cosa non sarà mai buona come la fanno al suo paesello 😀

    1. Marco ha detto:

      Ma perchè devi generalizzare “il classico meridionale”. Senza ombra di dubbio è un cretino patentato e ha fatto bene Massari.
      Però tu ti sei messo al suo livello, se non più in basso.

    2. Orval87 ha detto:

      Forse perchè vivendo all’estero e frequentando sia dal vivo che sui vari gruppi FB di italiani all’estero, discorsi talebani di questo tipo provengono in gran prevalenza da meridionali?

    3. Mcop ha detto:

      Orval, la cucina è uno dei pochissimi punti di forza del nostro Meridione. Poi, è chiaro, ci sono eccellenze ovunque, e c’è il gusto personale. Sui meridionali si scaricano ogni giorno sui social (e non solo lì) valanghe di deiezioni e insulti vari. Se qualcuno, un po’ più campanilista di un altro, si fa vanto della cucina si può capirlo. E’ l’unico argomento in cui si può tirar fuori l’orgoglio. Un’altra cosa è generalizzare. Non esiste la categoria “meridionale”. Esiste l’individuo. Ci sono le persone sciocche e ci sono quelle intelligenti.

    4. benny ha detto:

      Sarà uno di quelli che: “beh ma la Setteveli l’abbiamo inventata noi in Sicilia”

  3. James ha detto:

    effettivamente bastava scrivere “non mi è piaciuta”.. vabbè genio il commentatore, oh.

  4. edoardo ha detto:

    Sinceramente questa sentenza la trovo folle.

    Non ci trovo nulla di diffamatorio in quel commento, possiamo dire che è stato abbastanza pesante, ma è un commento che rispecchia il suo gusto.

    Se per lui la crema è vomitevole è giusto che lo scriva.

    Diffamazione sarebbe dire “usa uova marce” o cose simile, senza che questo sia vero.

«