di Manuela 1 Dicembre 2020
latte

E’ stato diramato un nuovo richiamo sul sito Salute.gov: un lotto del Latte intero UHT di Milbona è stato richiamato a causa di un rischio microbiologico. Sul sito l’allerta è stata pubblicata in data 30 novembre 2020, ma l’avviso di richiamo vero e proprio riporta la data del 25 novembre 2020.

La denominazione di vendita esatta del prodotto ritirato è Latte intero UHT, il marchio del prodotto è Milbona e il nome o ragione sociale dell’OSA a nome del quale il prodotto è commercializzato è Lidl Italia s.r.l. a socio unico. Il marchio di identificazione dello stabilimento o del produttore è FR 38.544.003 CE, mentre il nome del produttore è Candia con sede dello stabilimento in Chemin des Mines 3 Rue de la Convention a Vienne, in Francia.

Il numero del lotto interessato dal richiamo è 20288 (linea di confezionamento 34 e EAN 20036768), quello con data di scadenza o termine minimo di conservazione dell’11 febbraio 2021 e unità di vendita da 1 litro.

Il motivo del richiamo è indicato come un rischio microbiologico a causa della potenziale perdita di sterilità delle confezioni. Nelle avvertenze si invitano i consumatori a non bere il lotto sopra indicato e a riportarlo presso il punto vendita di acquisto per richiedere il rimborso, anche in assenza di scontrino. Viene poi precisato che il prodotto è stato distribuito in un numero limitato di punti vendita nel Nord Italia.

Precisazioni da parte di Candia Italia

Candia Italia S.p.A., in merito al richiamo di un lotto di latte intero UHT Milbona, ha precisato che il richiamo è stato condotto in via del tutto precauzionale in seguito a segnalazione di potenziale rischio microbiologico. Questo è in linea con la sua politica di tutela dei consumatori e di qualità dei prodotti.

Candia ha poi sottolineato come la tipologia del prodotto in questione venga costantemente sottoposta ad analisi periodiche e a visite ispettive presso lo stabilimento di produzione.

Anna Di Cugno, responsabile marketind di Candia Italia S.p.A., ha dichiarato che hanno immediatamente provveduto ad effettuare una tracciabilità per identificare il lotto in questione e attuare le misure correttive più indicate per poter continuare a garantire la sicurezza e la qualità ai clienti. L’azienda si scusa per il disagio arrecato e rassicura tutti sulla natura eccezionale e localizzata dell’evento in questione. La qualità dei prodotti e la soddisfazione dei consumatori rimane la loro priorità, i siti produttivi sono certificati FSSC 22000 e IFS e hanno un sistema di gestione della sicurezza alimentare affidabile e in costante aggiornamento.

La nota diramata da Candia Italia specifica poi che il caso è circoscritto a un lotto specifico di latte intero in brik a marchio Milbona, prodotto da uno dei siti produttivi di Candia. E’ una quantità limitata e ben identificata, con tracciabilità nota e indicata anche dalla comunicazione effettuata da Lidl. Si ribadisce poi che il richiamo è stato effettuato in via del tutto precauzionale e che non riguarda in nessun modo altri lotti degli stessi prodotti o altri prodotti a marchio Candia.