di Manuela 6 Febbraio 2020
Tavolo ristorante

Succede a Livorno: due clienti scappano dal ristorante senza pagare il conto e lasciando un finto figlio al tavolo per non destare sospetti. E’ quanto accaduto al bistrò “In Gattaia” la sera di lunedì 4 febbraio.

Su Facebok, il ristoratore spiega cosa sia successo. Alle ore 22 si presentano nel ristorante tre persone, due adulti e un adolescente di 17 anni che chiedono di poter mangiare. Nonostante l’ora tarda, il ristorante decide di accontentarli e i tre ringraziano e si siedono. Mangiano (tanto), bevono, ridono e scherzano come una qualsiasi famiglia. Intanto si fanno le 24 e una cameriera porta il conto: 81,50 euro (con tanto di amari offerti dalla casa).

Ma qui iniziano i guai: il Pos non funziona e non si sono portati dietro i contanti. Così la coppia lascia il figlio presunto al ristorante e intanto va a prelevare. Peccato che non siano più tornati indietro. Inoltre, oltre a non pagare il conto, hanno pure rubato il cellulare a una delle cameriere. Ovviamente il ristoratore ha subito chiamato la polizia e ha così scoperto che il ragazzo minorenne era una faccia nota: la coppia gli aveva dato 10 euro per far finta di essere il figlio e sviare i sospetti. Ora l’accusa per il terzetto è di insolvenza fraudolenta e furto.