di Manuela 4 Novembre 2019
birra

A Lucca un uomo entra in un bar armato di pisola per non pagare la birra. Sembra assurdo, ma è così. Tutto è accaduto ieri mattina presto. Un uomo è entrato in un bar di Lucca in via Bientinese urlando di essere armato e di avere una pistola nascosta sotto la giacca. L’uomo ha minacciato tutti di non fare scherzi, poi si è rivolto al titolare, un uomo di 73 anni, per avere una birra. Una volta ricevuto il suo bottino ed averne bevuta un po’, ha provato ad aggredire con la bottiglia un cliente.

Fortunatamente sul posto sono arrivati i Carabinieri che hanno intercettato e bloccato l’uomo, un magrebino di 30 anni senza fissa dimora, già noto alle forze dell’ordine per via di alcuni precedenti. L’uomo è stato così arrestato per il reato di rapina e verrà processato con rito direttissimo.

Gli avventori hanno poi spiegato alle forze dell’ordine che l’uomo è entrato nel bar già in evidente stato di alterazione. Tutta la rapina, con tanto di pistola nascosta sotto i vestiti e minacce agli astanti, sarebbe stata messa in atto per ottenere una bottiglia di birra senza pagarla. I clienti avevano provato a calmare l’uomo, ma senza successo, tanto che, una volta ottenuta l’agognata birra, con la bottiglia aveva minacciato anche un cliente.